Crea sito

ago 30

Su facebook

Book and Negative apre una pagina ufficiale su facebook.
D’ora in avanti potrete raggiungerci QUI. Dove troverete i link a tutti gli articoli pubblicati, nuovi e selezionati tra i migliori del passato, immagini inedite e d’epoca inerenti i set dei film più celebri, post di discussione, eBook e news riguardanti i progetti futuri.
Benvenuti.

avatarfbBNfacebook (Custom)soundtrack

set 17

Dietro le quinte di La Finestra sul Cortile

James Stewart, Grace Kelly, and Alfred Hitchcock on the set of REAR WINDOW, 1954

Riprendiamo la nostra rubrica non ufficiale sui “dietro le quinte” di film celebri.
La Finestra sul Cortile (Rear Window, 1954) di Alfred Hitchcock, in particolare, è stato trasmesso di recente in TV. Dialoghi e personaggi grandiosi a parte, sui quali mi riservo di scrivere un prossimo articolo più approfondito ed esaustivo, e spero anche interessante, oggi ci limitiamo a apprezzarne le curiosità tecniche e dal set.
Cominciamo.

Leggi il resto »

set 15

Tracce di luccicanza in altri film

L’ultima volta che abbiamo parlato di Shining, da queste parti, è stato QUI, in questo articolo gettonatissimo sul simbolismo dello specchio, che vi invito a rileggere prima di proseguire.

The-Shining-3

Fatto? OK…
Ora, capita che, guardando altri film, io riveda Shining. Come se Kubrick, e probabilmente l’ha fatto sul serio, avesse detto la parola fine, riguardo a certe ambientazioni e talune scelte registiche.
Nessuno può prescindere dai corridoio e dal simbolismo dell’Overlook Hotel.
Che poi possano essere omaggi sentiti da parte di altri registi, o semplici richiami, o addirittura casualità: sta di fatto che la teoria che vuole il posizionamento degli attori in luoghi ben precisi del set suggerire ciò che avverrà di lì a breve, come se fosse all’opera la Luccicanza (o lo shining, se preferite), che enunciavo più in dettaglio nell’articolo sopra linkato, si rafforza.

Leggi il resto »

set 12

La solitudine interconnessa

Questo post è particolare, scaturisce da una serie di riflessioni maturate negli ultimi giorni, e oggi in particolare, da questa immagine vista su tumblr, realizzata dalla mia amica Poggy (questo il suo tumblr, visitatelo):

tumblr_nbrjv3glpZ1qa2vdbo1_500 Leggi il resto »

set 08

L’utopia della specie umana

utoc3ada-landscape (Small)

Riflettevo sulla smisurata messa in onda di prodotti per l’intrattenimento, e su quanto debba essere difficile, a conti fatti e considerata la realtà attuale, per ciascuno di essi, emergere e concentrare le attenzioni di una manciata di milioni di individui. Riflettete: MILIONI di spettatori. E sono comunque pochi nel mare magnum che è la Terra.
Alcuni di questi prodotti vengono scelti e diventano serie di successo.
Altri diventano niente. (cit.)
Altri ancora, come Utopia, le provano tutte, la più evidente è ostentare una ipercromia che ferisce quasi le cornee, quel giallo canarino che accompagna il titolo e, in secondo luogo, ambientare una cospirazione mondiale nelle bucoliche lande dell’entroterra inglese, affidando il tutto a un killer panzone e (presumibilmente) cardiopatico, visto il costante affanno che lo contraddistingue, a sua volta al servizio di vecchi potenti, quei maestri sconosciuti che vivono in stanze male illuminate e foderate di pannelli di legno scolpiti da qualche artista fiammingo nel Cinquecento, e che sono tanto ricchi da potersi permettere preoccupazioni che vadano al di là del mal di denti, dell’angoscia, della sfiga e delle tasse da pagare. Una preoccupazione per tutte: salvare il mondo.

Leggi il resto »

Post precedenti «