L’Arte in 30 Giorni di Buio

Leave a Reply

16 Comments on "L’Arte in 30 Giorni di Buio"

Notify of

Member
4 years 1 month ago
Te l’ avevo già detto: 30 Giorni di Buio è anche per un film ricorrente. Lo rivedo spesso e ogni volta noto un particolare diverso che me lo fa amare. Slade non è nuovo al gioco cromatico. Anche in Hard Candy ci sono quei contrasti che fai notare tu e che sono mutuati dall’ arte. E persino quando ha venduto l’ anima al diavolo e ha girato un episodio di tuailait non ci ha rinunciato. Si possono trovare anche lì. Perché poi, alla fine, è vero, 30 Giorni di Buio è un film imperfetto. Però è un film intenso. Forte.… Read more »
Member
4 years 1 month ago

Ecco cosa intendevi con “rilettura non convenzionale” di 30 Giorni di Buio 😀
In effetti avevo notato anche io l'”artisticità” del film: Slade ha occhio. Però la connessione con Mirò e Pollock mi era sfuggita ^_^
(A proposito, dovrebbe essere lui a dirigere il reboot di “Daredevil”, la cosa mi ha rallegrato non poco)

Member
4 years 1 month ago

la parola furto, al cinema, non è sempre brutta. Se si considera che è, in un certo senso, la somma di tutte le forme di creatività umane, messe insieme e frullate in un racconto per immagini, è ovvio che si sia costruita intorno al concetto di ruberia.
Non lo intendevo negativamente. 😀

Member
4 years 1 month ago

Ok , confesso che le similitudini stilistiche da te mostrate non le avevo notate… E confesso pure che tra film e fumetto preferisco di gran lunga il film . Più riuscito nella caratterizzazione dei personaggi e nella preparazione del clima d’assedio . (Non me ne vogliano i fan di Niles , ma spesso quest’ultimo ha delle idee buone ma realizzate piuttosto male…)

Guest
4 years 1 month ago

Qualcosa di buono c’è davvero in questo film. Non mi dispiacque al cinema, anzi. Ci sono appunto alcune scelte discutibili nella seconda parte, però vampiri e atmosfera, sono molto, molto buoni ed effetto.

Member
4 years 1 month ago

A me ammazza laddove scrivi – purtroppo non a torto – che molti degli scenari che vediamo in questo o in altri film sono a esclusivo appannaggio degli spettatori, mentre in realtà sono stati realizzati altrove (non raramente con la sola computer graphics).
Bravi loro a realizzare tutto ciò, eh, ma a me ammazza un po’ la poesia.
Forse è per questo che non ho mai visto i making of contenuti nei vari DVD 😉

Member
4 years 1 month ago

Arrivo, in ritardo, ma arrivo. 😉

Io non l’ho ancora mai visto, anche se è in lista. Sì, nella famosa lista che chissà quando riuscirò a depennare tutta. XD Mi piace come hai impostato l’articolo, e mi permetto di segnalarti un refuso nelle prime righe: un “spassissimo” al posto di “spessissimo”. 😉

Ciao,
Gianluca

wpDiscuz