Black Mirror – stagione 2: Be right back

beppeiaf
Member

mi hai fatto tornare in mente un incubo ricorrente. Certe penso a cosa succederà al mio io digitale se dovessi morire all’ improvviso, chi si occuperà del mio testamento digitale?
Chiudere i profili sui vari social, avvisare che l’ utente è morto, chiudere account di post, conti correnti virtuali, paypal, ci siamo mai chiesti chi lo farà per noi quando non ci saremo più?
Io ho pensato seriamente di fare un testamento digitale, devo trovare a chi affidarlo

trackback

[…] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Marco Bango Siena
Member

Aspetto di vederlo e poi ripasso. Se è buono come il precedente, credo che mi piacerà anche a questo giro.

CyberLuke
Member

Straconcordo con te: la migliore serie tv degli ultimi dieci anni (beh, metto Lost fuori concorso, ma la questione è controversa).
La prima stagione aveva l’unico difetto di essere troppo breve: ne cantai le lodi QUI.

Mi sono appena procurato la seconda stagione, che devo ancora vedermi… quindi mi sono fermato alla prima parte del tuo post. 😉

CyberLuke
Member

VIsti tutti e tre gli episodi.
Una gran bella botta.
E questo Be Right Back è stato il mio preferito in assoluto.
Una storia che solleva mille inquietanti questioni, morali e psicologiche.
Le tue riflessioni su cosa sia l’anima e la legittimità di una sua presunta riproducibilità sono tutt’altro che banali.

trackback

[…] il nostro attore preferito, anche quella Hayley Atwell che ha interpretato il primo episodio, Be Right Back, su twitter o facebook, e lasciargli segno tangibile dell’apprezzamento per il lavoro svolto, […]

trackback

[…] mio episodio preferito di Black Mirror è Be Right Back. Tradotto dall’inglese significa “torno subito”, che poi sono le ultime parole […]

wpDiscuz