Biancaneve e il Cacciatore (2012)

19 Comments

      1. Author

        Ma io continuo a non trovarla così orribile. C’ha sto vizio che sta sempre col dente sporgente… 😀

  1. Ho dato un’occhiata in giro.
    La frase incriminata dovrebbe essere

    “Ci avevano promesso l’oro e invece cosa abbiamo? Cacca!”

    Il termine “pupù” se lo potevano risparmiare.

    Bello intanto vedere che Hollywood continua a copiare spudoratamente dai film della Gibli.
    Il rip-off di Miyazaki… da oggi, non è solo più Disney!

  2. Quindi la Stewart è imbranata esattamente come Bella, entrambe attratte irresistibilmente dal più vicino reparto traumatologico. Forse è stata scelta così ai provini. LOL

    Lo shock vero però me l’ha dato la fotocopiatura di Miyazaki – perché quando c’è tutto quanto non è “tributo” ma copiatura – da non crederci. Per il resto immaginavo che si salvasse la Theron, visto che è una professionista seria, e giusto perché c’è lei mi procurerò il film per dargli una bella occhiata. I nani pulp che dicono “pupù”, vabbè… siamo in un paese dove la censura è un’arteriosclerotica schizofrenica attaccata alla bottiglia tra una crisi maniaco depressiva e l’altra. Ora voglio proprio vedere questo femminismo fantasy della fuffa come è stato reso, perché se devo pensare a un eroina femminista allora, con tutto il catamarano (facciamo galeone, va) di difetti che si porta appresso la Biancaneve di C’era una volta (Once upon a time, su FOX TV), allora è meglio lei. Sempre se vogliamo restare in tema Biancaneve, altrimenti “c’è in giro di meglio” (cit. La Donna Perfetta, The Stepford Wives, 2004).

    1. Author

      Dopotutto stiamo parlando della più bella foresta di sempre, perché non “ispirarsi”.
      Ma la sensazione che accompagna l’ingresso del cervo, un deja vu stordente.

      Giordano, non c’è femminismo, ma nemmeno il contrario. È una rappresentazione onesta, secondo me. Tutto il resto sono seghe mentali.
      😉

  3. Be’, ma il cervo è carico di valori simbolici da qualche migliaio di anni prima di Miyazaki… però ammetto che non ho visto il cartone e non so se la scena sia simile o “uguale uguale uguale.”
    Quanto a Kristen più bella del reame penso che lo Specchio avesse qualche secondo fine, quando si è inventato questa balla… Per i baci casti del fantasy, ricorderei quello tra Aragorn e Arwen nel film del buon vecchio Peter Jackson (bacio che nel libro non c’è).

    Ma nessuno ha visto quanto facilmente il fratello della regina perda le occasioni per stare zitto? Prima rivela a Biancaneve che sta per essere uccisa e la induce a ribellarsi, poi rivela al cacciatore che nessuno potrà dargli il compenso che cerca (la risurrezione della moglie morta) PRIMA di essersi fatto consegnare Biancaneve prigioniera… Direi che il più grosso errore di Charlize-Ravenna sia il fidarsi di un simile cretino!

    Comunque Charlize uber alles, regge il film praticamente da sola.

    1. Author

      La scena è molto, molto simile. ^^
      Ecco, quella degli spoiler volontari offerti dal fratello della Regina è una cosa sulla quale avevo riflettuto, poi è andata via nel mezzo della pupù dei nani… Comunque è impagabile.
      😀

  4. Questo è un film che, forse, mi limiterò a vedere tra un paio di anni sulla paytv. Il dazio per la visione in sala lo lascio da parte per ottobre quando andrò a vedere al cinema iron Sky (se è vero quello che ho letto in rete). Comunque, complimenti all’autore per la bella ed illuminante recensione e, per quanto mi riguarda, l’avrei trovata bella anche per la sola citazione di Grosso guaio a Chinatown. Infine, da consumato e anziano spettatore cinematografico, posso solo dire che non mi scandalizza il fatto che la Stewart venga fatta passare per la bellona-a-prescindere perché nel 1977 in Guerre Stellari mi si voleva inculcare la stessa definizione anche per la principessa Leia interpretata da Carrie Fisher.

    1. Author

      Ciao, benvenuto e grazie dei complimenti. ^^
      Ottima anche l’intuizione su Carrie Fisher, Devo ammettere che lei e la Stewart sono sullo stesso livello.
      Hai un blog, per caso? 😉

  5. No, non ho un blog. Seguo però da molto tempo il tuo, in veste di lurker educato e riservato, quello di Alex Girola e il Giorno degli zombi (gli unici tre blog inseriti tra i miei preferiti).

    1. Author

      Sì, il tuo nickname non mi è nuovo, forse ti avrò incrociato qualche volta da Alex.
      Be’, allora, piacere di conscerti e grazie per essere un mio lettore. E anche gli altri due blog che segui sono fighi, io ne so qualcosa. 😀

      😉


  6. Oddio la pupù, oddio l’empatia, oddio la Stewart che è imbranata, però le brillano gli incisivi.
    A questo punto io devo vedere Biancaneve. Se non altro per fare il paragone con Tarsem che pare sia piaciuto solo a me.
    Femminismo.
    tutti ridono.
    Dopo socialismo e barbarie, scriverò un saggio e lo chiamerò femminismo e pupù.

Leave a Reply