Ma in che senso nun se semo capiti?

mcnab
Member

Internet 2.0 (ossia la versione social che ha preso piede nell’ultimo quinquennio o poco più) ha rimosso chirurgicamente la voglia di comunicare.
In compenso ha trasformato moltissime persone in giudici e tribunali.
Quindi ogni cosa che leggono/vedono/sentono (spesso in modo distratto e pregiudiziale) deve essere criticata e corretta. Anche quando lo fanno in buona fede.

Questa mania di voler sempre sentenziare, partendo da una scarsissima comprensione del punto di vista di partenza, è oltremodo irritante.
Anzi, è proprio intollerabile.

strategieevolutive.wordpress.com/
Member

Il tag “Blogger cazzuti” mi affascina.
Io comunque sostengo che la rovina del web è che ci sono troppi fottuti telepati – sanno cosa pensi, eperché fai ciò che fai, prima ancora di leggerti.
Infatti non ti leggono, ma ti giudicano.

sommobuta
Member
Aspetto che B&N chiuda solo per poter scrivere l’articolo: “Germano M. è uno stronzo!” Si sappia in giro. XD No, scherzi(?) a parte è sempre piuttosto interessante poter condurre uno studio “sociale/sociologico” sull’utenza del web 2.0, sul come si muove e sul “quando” si muove. Articoli bellissimi passano sotto silenzio, mentre articoli scritti in 3 minuti orologio alla mano con un’immagine e mezza domanda retorica vengono rimpallati urbi et orbi; discussioni interessantissime su massimi sistemi vengono ignorate, mentre tutti parlano di tizio e caio che si sono scornati; blog splendidi non se li caga nessuno, mentre tutti sono (siamo, mettiamoci… Read more »
Lucia
Member

No, è che fare la figura di quelli che si lamentano perché non li cagano non è piacevolissimo. Soprattutto, è falso. Mentre sta passando proprio questa idea.
Ma tanto siamo tutti stronzi.

Kara Lafayette
Member

Non concepiscono ciò che fate come una cosa seria, come un lavoro, perché non c’è nessuno che vi paga per farlo. In pratica fate volontariato.

MikiMoz Capuano
Member

Hai messo idealmente la parola fine alla carovana di articoli a riguardo. Carovana alimentata anche da me, ma che ha -blog in questione a parte- fatto riflettere sui motivi del perché un blog può chiudere.
Ave.

Moz-

wpDiscuz