Il carattere dei segni

mcnab
Member
Ah, cos’è oggi, il giorno dei post sulla scrittura? 😀 Comunque, pur partendo da punti di vista opposti sul “problema” generale, devo ammettere alcuni punti di tangenza col tuo ragionamento. Anch’io non partecipo più ai concorsi, e non è solo per mancanza di tempo, come vado dicendo. Cioè, quello incide, eccome, ma in realtà non mi piace imbrigliare la creatività dei paletti di un concorso. E sbaglio. Perché, come dice Davide, scrivere a comando è un esercizio forse noioso, ma utile. Secondo punto di tangenza: nemmeno io credo nei manuali. Infatti domani pubblicherò un post sui manuali 😀 Mi è… Read more »
Keyem
Guest

Quanto mi piace leggere questi articoli!!
La metà delle volte li devo anche rileggere perché non ci capisco nulla! Ma in senso buono. 😉
Che dire, concordo con Alex quando dice che sbagli a non partecipare ai concorsi.
Per il resto io da lettrice adoro….. leggerti!
Amo anche te veramente
Cioè chi altro riesce a scrivere ” alla ragazza che proprio non sopporta il fantastico e vuole solo fare sesso” in un articolo sulla scrittura??
😀

♡♡♡ (9) e ♡♡♡ (10)

mcnab
Member

Eh, ma attenzione: TUTTO quello di cui scriviamo sul blog è un po’ onanismo e un po’ su un graffito sul niente.
Le recensione di film, di libri, gli articoli sui mostri, lo stesso Survival Blog.
Sono tutte comunicazioni sul nulla (obiettivamente) e col nulla.
Che poi ci piacciano è un altro discorso. 🙂

Ma se dovessimo parlare solo di cose sostanziose gestiremmo tutti blog sull’economia, sulla finanza, sulla fisica, sulla geopolitica.
Ammesso e non concesso che questi argomenti si salvino dalla definizione di “nulla”.

Nosferatu
Member

Adesso è chiaro perché ti è piaciuto il Survival Blog.

ferruccio
Member

In linea di massima ti quoto, la penso esattamente come te riguardo agli idoli letterari, quelli che adoro li sento più vicini caratterialmente che per il modo come scrivono, poi va da sé che mi piacciono anche le loro storie. Ci sono scrittori considerati bravissimi che non ho mai letto perché mi stanno sulle palle.
I concorsi li faccio perché mi servono a capire i miei limiti, ma molte volte a causa del tempo li uso soltanto come allenamento. Però, ogni tanto, quando mi arriva qualche pacca sulle spalle mi fa piacere.
“Onan il barbaro” :-))

Keyem
Guest

Mi sembra che “in linea di massima” abbia ragione Hell quando afferma che voi scrittori lo sapete già se una cosa scritta da voi fa schifo oppure no, giusto?
No va beh io lo amo, punto. 😀

♡♡♡ (11)

ferruccio
Member

Dài Hell vedrai che anche in macelleria farai la tua sporca figura:-)

ferruccio
Member

Mi sembra che “in linea di massima” abbia ragione Hell quando afferma che voi scrittori lo sapete già se una cosa scritta da voi fa schifo oppure no, giusto?

@ Keyem: Sto facendo le flessioni per come quoto questo concetto:-)

ferruccio
Member

Hell.
Anch’io sono per il punto tre e quando vedo situazioni da due (succedono purtroppo)mi incazzo come un bestia 🙁

mcnab
Member

Sui concorsi devo dare ragione totalmente a Germano.
Provare a scrivere un racconto “tanto per” è una scocciatura, anzi, di più: una perdita di tempo.
A questo punto meglio dedicarsi a un racconto extra-concorso, che magari leggeranno dieci persone, ma che può comunque riuscire meglio rispetto all’altro.

Poi, dal canto mio, odio la competizione, quindi i concorsi preferisco organizzarli, non parteciparvi.
E’ un mio limite, sia chiaro.

PS: “Sì, ma a che posizione sono arrivato?” Ecco, appunto. C’è uno che ha partecipato a Ucronie Impure che mi sta sfracellando i coglioni. Non sei arrivato in finale, che t’importa sapere se sei 23° o 49°?

mcnab
Member

Leggo solo ora il complimento… ti ringrazio e aggiungo che la cosa è assolutamente reciproca!
Ci si può confrontare, anche partendo da posizione opposte, senza perdere il controllo o la dignità.
😉

CyberLuke
Member

Uhm… meno male che io non scrivo.
Posso saltare tutto questo post e i suoi commenti. 😛

(non è vero, invece me lo sono letto tutto. Oh, dvd arrivati, grazie!)

wayne
Member

Ciao ,
è vero un libro deve veramnete prenderci entro 20 pagine per quel che mi riguarda altrimenti lascio perdere.Un film brutto invece riesco anche a guardarlo tutto
La scrittura è un atto creativo in primo luogo privato: per me nasce da un urgenza creativa interiore che poi vuole per sua natura uscire all’esterno ed esporsi al confronto, alla relazione e al giudizio con gli altri.
Peccato, il Costanzo Show non esiste più: a pensarci bene mi ricorda le cose di un passato recente (come il walkman o i rullini fotografici)ormai scomparse…
Complimenti da Wayne co-autore di http://hovistounlibro.blogspot.com/

shamanic-journey.blogspot.com/
Guest
Che periodo eh, stai proprio lavorando sul personaggio 🙂 Come sai io invece partecipo volentieri ai concorsi/selezioni, quando sono almeno un minimo sicuro che siano seri. Per cosa? Principalmente perché in parecchi si vincono soldi, e se penso di saper fare abbastanza bene una cosa non vedo perché non provare pure a guadagnarci. Poi il solito egocentrismo e gusto della competizione, che a me in ogni campo fa rizzare i capelli e non solo. Ovvio, c’è tutta la solita storia poi delle merdate di certi concorsi e dell’editoria con la quale sinceramente (a mio avviso) diversi blogger un po’ stanno… Read more »
mcnab
Member

No, alt: te lo sei detto da solo 🙂
Differenza non sottile, eh eh eh…

A parte questo, ma davvero dal vivo sei così polemico?
No perché allora non se riusciremmo mai ad andare d’accordo…
Io nella realtà sono un bonaccione, un pezzo di pane… Altro che polemiche e sfide a chi ce l’ha più lungo! Sono pure timido, pensa un po’ te.
Sinceramente un po’ invidio il tuo carattere. Magari non così radicale, diciamo una via di mezzo. Mi sarebbe spesso servito nella vita.

shamanic-journey.blogspot.com/
Guest

no

shamanic-journey.blogspot.com/
Guest

ahahahahah sei troppo forte!
ebbasta con sti scrittori comunque han rotto il ca..o, sempre a lamentarsi di qualcosa! andassero a fare un lavoro serio! 🙂

mcnab
Member

Io faccio già un lavoro serio.

E poi altri 3 o 4 artistici, e quindi né seri né pagati (tra cui lo scrittore).

Comunque prima o poi troverò qualche vecchia caramapana ricca e sull’orlo della fossa da sposare!
😛

Izzy
Member
Che tutti, gli editori per primi, pensino che uno scriva a tempo perso solo ed esclusivamente per appagamento onanistico (usate tutti ‘sta parola, tocca pure a me!), è il male della narrativa italiana. Parlando di letteratura commerciale, gli scrittori esteri non è che siano più bravi, semplicemente sono dei professionisti che decidono di dedicare una parte della loro vita alla scrittura, con la consapevolezza che è un investimento. Un investimento che se fatto bene dalle persone giuste ritorna un guadagno notevole. Ma in Italia, cosa ti metti a scrivere che tanto poi ti pubblica solo la piccola casa editrice con… Read more »
wayne
Member

Grazie dei consigli
Farò un giro su survival blog
Per ora online scrivo solo su hovistounlibro
Per il resto non ho mai messo nulla online

zeros83
Member
Scrivere atto onanistico? Come direbbe un elegante americano: “Fuck yes!” E’ anche e soprattutto onanismo. Io scrivo perché mi piace; quando non scrivo è perché non ho idee soddisfacenti, e non riesco a scrivere se quel che scrivo mi fa schifo. C’è la parte di condivisione, ok, è anche una parte importante. Ma a me manca molto. Quello che scrivo sul blog sono seghe mentali personali e non, che leggono una manciata di persone e basta. L’altra parte di quel che scrivo è privata ormai da quando ho iniziato le superiori. Ho fatto leggere cose mie solo a un fidanzato… Read more »
zeros83
Member
La percezione dello schifo incombente a volte è falsa, a volte è fin troppo vera. Il mio problema è che il mio cervello funziona al contrario di come uno si aspetterebbe: quel che ho scritto mi piace? Okay, è da riscrivere, ma ne sarò consapevole fino in fondo solo facendo una dozzina di passi indietro. Quel che ho scritto mi disgusta (nella migliore delle ipotesi non mi convince fino in fondo)? Allora forse c’è qualche speranza di trarne qualcosa di decente. Altro che diabolico, sovrannaturale o lato oscuro, questo deve essere un qualche problema di comunicazione tra Gino e Pino!… Read more »
zeros83
Member

Quindi l’essenziale è che mi faccia schifo, appena succederà potrò inviarlo =_= Cervello bacato che non sono altro! 😉
In realtà, andrò a finire che 10 minuti dopo averlo “imbustato” e inviato mi verranno in mente un centinaio di correzioni e buchi da tappare! 🙂

trackback

[…] su alcuni dei blog che seguo da qualche tempo (colpa del Survival Blog, che mi ha fatto conosce elgraeco, Alex e Davide), e più ci penso più mi trovo d’accordo, in parte, con tutti, e […]

wpDiscuz