Arma letale (1987)

35 Comments

  1. Grande Cap!
    Il natale action anni 80 mi ispira tantissimo.
    Quelli erano i film che mi hanno segnato l’ infanzia e mi hanno fatto diventare così.
    E ne sono felice.
    Il dialogo di Riggs con la pistola e il suo feticismo del proiettile che lo deve uccidere è poesia pura.
    Avanto così ! Un calendario dell’ avvento action

    1. Author

      L’avvento Action era una cosa alla quale non avevo pensato! Mitico! 😀
      Eh, siamo tutti figli di quegli anni lì. C’è da avere paura. Cioè, la devono avere gli altri. 😀

  2. Per il sottoscritto film come questo e “Die hard” sono sempre stati i veri film natalizi . Molto più dei vari “La vera storia di Babbo Natale” o simili. (Non avrai mica sbirciato nella lista segreta che sto preparando con mio fratello , eh ? Diavoletto !) In quanto ai villain ariani… Beh nel sequel il villain si chiamava pure Arian ! Altri tempi, ed altro cinema… Ora gli action non hanno più la stessa scorza. P.s. oltre a Gay Busey mi è sempre piaciuto come caratterista Al Leong ( era l’asiatico con i baffoni che torturava Mel Gibson). E apparso nelle cose migliori degli anni ’80 (Tipo “Die Hard” e “Grosso guaio a Chinatown”).

  3. Uno degli action più fiki(kappa d’obbligo) in assoluto.
    Io comunque son fermo al primo. Gli altri non son mai riusciuto a guardarli e andare oltre il quarto d’ora di visione…

    1. Author

      @Helldoom
      Ti piace davvero la cucina di Trish? 😀

      @Rob
      Giustissimo, quello che in Die Hard si mangia lo snack in attesa che i poliziotti facciano irruzione! 😀

      @Sommo
      Eh, dai, il due non è affatto male. Gli altri soffrono, come tutti i terzi e quarti capitoli.

    1. Author

      @Rob
      Non si può dimenticare. 😀

      @Bruno
      Che è una cosa che odio in modo viscerale, il falso empowering. 😉

  4. Parlando di nazi nel secondo i cattivi sono sudafricani e razzisti giusto?

  5. Ah, il caro vecchio Marty Riggs. L’ultimo vero veterano del ‘Nam, il tizio che è sempre due centimetri più a sinistra di quello che vedi. Fantastico. Si sloga le spalle e se le rimette a posto da solo, fa centri con una Beretta 9×21 a 30-40 metri con l’aria di chi legge il giornale della sera cercando la pagina sportiva.
    Meraviglioso. La storia del centro a 900 metri in Viet Nam è vera, peccato l’abbia realizzata un signore che ha scritto la storia dello sniping. Hathcock però non fu in grado di confermarla, dato che operava senza spotter. Io gli credo lo stesso, anche se era al limite estremo delle possibilità del suo fucile.
    Per inciso il record attuale è di 2475 metri, appartiene a uno specialista inglese.

  6. Che bellissimo articolo per uno dei film action che mi piacciono di più! 😀

    Due passaggi in particolare mi rendono orgoglioso di essere un fido lettore di questo blog:

    1) afflitto da moralismo sciatto, tipico di chi non è a posto con la propria coscienza e non sa come ammettere di stare facendo una stronzata dietro l’altra, attenti a non urtare la suscettibilità di nessuno
    2) Insomma, questa era Arma letale. Ora andiamo in giro con la sicura e la pistola caricata a salve.

    92 minuti di applausi, se non si fosse capito. *O*

    Ciao,
    Gianluca

  7. Author

    ahahah 😀
    Io sono lieto di averti tra i lettori/commentatori. Soprattutto per l’entusiasmo e la costanza con la quale segui tutti i blog, non solo questo.

    Be’, ora basta però, sennò diamo spettacolo. 😀

  8. Arma Letale. Visto per un periodo quasi tutti i giorni. Parlo di quando avevo 14/15 anni e ficcavo la cassetta nel videoregistratore solo per rivedere le scene e impararle a memoria o raccontarle agli amici. Arma Letale era il mio mito insieme a Star Wars, gli Zero Boys, Lost Boys e anche se tu non lo ami molto, il Brat Pack.
    La scena madre? Riggs e i tipi degli abeti. La testata in pieno volto divenne il mio marchio di fabbrica di ragazzo ribelle. Non aggiungo altro.
    P.S. C’è solo un punto oscuro che non ho mai risolto: cosa dice dopo che si toglie la pistola dalla bocca quando sta per spararsi nella sua roulotte?

  9. Author

    ah, credo di averlo afferrato solo oggi, ché l’ho visto in cuffia. Chiama sua moglie e dice che sente la sua mancanza.

    😉

    Hai ragione riguardo la scena degli abeti, con tutta la storia dei cento dollari e il distintivo e lui che incita il delinquente di sparargli. 😀

  10. Sì, chiama sua moglie e si lamenta che ancora non può raggiungerla, però l’attimo prima, quando toglie la canna dalla bocca, io giurerei che bestemmia. Impressione mia? L’ho ascoltato mille volte e io continuo a sentire quella parola…

  11. Author

    Ok, mistero risolto: trattasi di vaccata dell’allora pur grandissimo doppiaggio. In pratica si sente la voce originale di Mel che impreca: “Damn it!”
    L’ho ascoltata anche dalla versione inglese.

    😉

  12. A me sembrava davvero BIOPARCO. Dovrei rivederlo anch’io. L’ultima volta è stato un anno fa :-)

  13. Author

    A meno che… secondo te è possibile che nel frattempo abbiano alterato il doppiaggio italiano, tagliando l’espressione incriminata?

  14. Non ricordo la versione del box che ho io. Fai conto che avevo una vhs ormai a pezzi e lì ero sicuro che fosse così. Dovrei prendere il dvd e rivederlo. Magari nel week end mi ci metto, se riesco a convincere mia moglie a rivederlo. Lei difficilmente rivede un film, al contrario di me 😀

  15. Sì, sì, me lo rivedo. Sono troppo carico! Me lo riguardo anche con le scene tagliate. Un bel sorriso, un bel sorriso, un bel sorriso :-)


  16. Alla fine l’ho rivisto. La versione che ho io ti confermo che è la Director’s Cut con le scene che erano state tagliate precedentemente. Dunque, mi sono attaccato alla cassa del surround e io sono ancora convinto che dica quello che pensavo. Mia moglie dice che secondo lei l’esclamazione è: “Ma porc…”, frase tagliata a metà e sbiascicata. Qui ci vuole un terzo parere oppure sequestriamo il doppiatore e lo chiediamo a lui 😀

    1. Author

      Nel mio dvd, ti ripeto, c’è un errore nel doppiaggio. Tale frase si sente in audio originale. Mah… 😀

  17. Riggs era il mio modello di vita. Anche io so slogarmi la spalla da sola e rimetterla a posto 😀
    Però il numero con la camicia di forza non l’ho mai fatto.
    Spesso anche io mi sento troppo vecchia per certe stronzate, ma poi leggo articoli come questo e capisco che non lo sono 😉

    1. Author

      Lucy, Lucy…. ora che so la storia della spalla non ti guarderò più con gli stessi occhi! *O*
      Ma quale troppo vecchia! E poi ti ricordo che nel quarto capitolo le suonano a Jet Li. Certo, anche lui non è più un giovincello, però… ^^

  18. Non voglio proprio fare quello che, al tavolino del bar, sta lì a ripetere come un mantra: ai miei tempi, era meglio ai miei tempi, non era mica come oggi!, ma certe cose erano migliori davvero: ciò detto, non dispero che si possa recuperare un certo modo di girare gli action movies.
    E, a ben guardare, l’evoluzione che ha subìto il personaggio di Gibson nella saga di Arma Letale è stata più un’involuzione… ricordi cosa era diventato in Arma Letale 4? Una specie di pagliaccio spaccone, caricatura del se stesso tormentato del primo film… ma è anche normale, uno non può mica covare manie autodistruttive per quattro film, o riesce ad ammazzarsi molto prima o scrolla le spalle e dice “ma sticazzi”.
    Direi che gli autori hanno scelto quest’ultima strada. 😉

    1. Author

      E ha anche sviluppato, insieme al collega Murtaugh, poteri telepatici… 😀
      Mah, da un certo punto di vista, la capisco pure quell’evoluzione. Riggs trova finalmente una donna, non gliel’ammazzano, mette su famiglia, e poi, con Trish che si rivela essere una scrittrice di romanzi rosa, per spiegare le fortune economiche di Roger, s’è virato decisamente verso la commedia. Il terzo capitolo a mio avviso il più debole, risale un po’ col quarto che, come ho detto su fb, è nostalgia.
      😉

  19. Spinto dalla tua recensione l’ho recuperato ieri sera e ne sono rimasto soddisfatto.Riggs è il tipo di eroe che il cinema di oggi non prova neanche a darci e Gary Busey un cattivo con le palle.In merito alla scena di cui parlate tu e Marco eccovi il terzo parere:Riggs dice “Ma Porc…”.

  20. L’ho rivisto giusto ieri sera (e per la prima volta in lingua originale!), molto più bello di quanto ricordassi… Veramente un ottimo film!

Leave a Reply