Underground

Rivisitazioni cinematografiche & Vintage

Non sono mai stato un patito di grafica, pur apprezzando, quando è il caso, l’eccellente lavoro svolto da alcuni graphic designer. Se, al contrario, a voi interessa, vi consiglio allora di visitare il blog di CyberLuke, ne resterete di certo soddisfatti.
Ad ogni modo, stamattina mi sono imbattuto in due articoli a tema comune su altrettanti siti, che presentavano le opere di due artisti che hanno reinterpretato poster di film famosissimi.
Il risultato è davvero notevole, specie se rapportato a recenti poster, veri capolavori grafici, di pellicole attualmente presenti nelle sale.
Poche parole, quindi. Passiamo alle immagini.

Le prime cinque ad opera di Brandon Schaefer:

Le successive a cura di Travis Pitts:

fonti:
io9
screenrant

Altre gallerie QUI

Kick-ass writer, terrific editor, short-tempered human being. Please, DO hesitate to contact me by phone.
  • […] quel poco è sufficiente a proporvi altri lavori del grafico Brandon Schaefer, già apparso in questo articolo. Trattasi di ulteriori locandine di film famosi reinterpretate. Alcune le trovo davvero […]

  • […] deciso dopo aver visto l’ennesima reinterpretazione della locandina che vi ho mostrato qui. Una volta scritto quest’articolo non si torna indietro, sappiatelo. Sappiate anche che […]

    • 12 anni ago

    Molto, molto belli! Concordo.
    Il minimalismo continua ad essere fascinoso.

    • 12 anni ago

    Davvero bellissimi!!! *O*

    XOXO 😉
    K.

    • 12 anni ago

    Grandiose quelle di Terminator e La Cosa ^^

  • Molto bella la locandina del Pianeta delle scimmie, ma quella che preferisco di più è quella di Grosso guaio a Chinatown!

  • Davvero fantastici, quasi meglio degli originale. Quello de “Il pianete delle Scimmie” poi è spettacolare.
    Ti consiglio questo articolo, dove troverai 50 locandine di film americani molto famosi rielaborate da artisti polacchi in epoca Guerra Fredda: http://wellmedicated.com/inspiration/50-incredible-film-posters-from-poland/

    • Flusso canalizzatore a parte, io sono indeciso tra Grosso Guaio a Chinatown e La Cosa. Sono spettacolari perché in un solo disegno ricordano il momento topico del film. Poi mi piace lo stile asciutto ed essenziale.

      @ Alex
      Stupendi! Privi di titoli e scritte varie sono dei quadri degni di una galleria! 😉
      Grazie per la segnalazione!

    • 12 anni ago

    Bellissimi!! 😀
    Mi piace tantissimo il cavaliere oscuro!
    Ciao!

      • 12 anni ago

      L’impero colpisce ancora e il guerriero della strada! Stupendi.
      A volte la semplicità! Sicuramente meglio di quella locandina inguardabile di Wolfman, con i tre capoccioni che incombono come la dea Kali.