I blog a tempo

strategieevolutive.wordpress.com/
Member

Ne ho appena chiuso uno, già me ne vuoi far aprire un altro?
E poi cosa diranno di me?
Ah, sì,credo di saperlo … 😀

plus.google.com/11347327794…
Member
L’idea è molto valida e, soprattutto, intelligente. Personalmente, se mi ricapitasse di fare nuovamente dei bei viaggi lunghi (ma anche brevi), creerei dei diari di viaggio finiti, quindi delle miniserie: un post per giorno, corredato di fotografie, aneddoti personali che magari non interessano a nessuno, dettagli che non troverebbero spazio in una guida ufficiale. Che ne so, il Bollalmanacco in Burundi: due settimane, poi chiudo il blog 😀 Quello sarebbe molto bello per me, soprattutto perché ho una memoria orribile, tendo a godermi il viaggio sul momento e a non ricordarmi più neanche un nome di luogo una volta tornata… Read more »
beppeiaf
Member

esperimento interessante!
a me piacerebbe fare dei blog dedicati alle opere di un singolo autore (fotografo) ma non so se ne sarei in grado.
P.s. ma il blog “a tempo” nel formato replicante deve essere terminato dal cacciatore di blog oppure scivolerà tutto come lacrime nella pioggia ?

sommobuta
Member

Tex non finirà mai, per un solo semplicissimo motivo: finire significherebbe per Tex perdere.
E si sa, Tex non perde.
MAI.

CervelloBacato
Member
E’ un’idea interessante. L’ho già visto fare, ti do l’esempio quindi, da Nadia Ferrazzo con http://www.thelifeinayear.com/ e da un altro paio di blogger che hanno creato blog temporanei per raccontare una storia a puntate (qui mi tocca concordare con quel che hai detto, dopo un po’ l’attenzione cala, e difatti la mia è calata e non riesco a linkarteli per problemi di memoria di cacca che ho). Tornando al primo esempio, il progetto prevedeva un anno di vita, poi però ha deciso di continuare. Forse non si aspettava di appassionarsi? Ti porto anche il mio esempio. Ho aperto il blog… Read more »
Fra Moretta
Member

L’idea è piuttosto interessante,se me ne occupassi penso che creerei dei blog sui fumetti,ad esempio per un certo periodo avevo pensato di realizzare una rubrica dedicata alle storie poco note ma degne di lettura di personaggi come Wolverine o l’Uomo Ragno. Se scegliessi i telefilm toccherebbe a Monsters e a X-Files che tutt’ora sono due serie a cui sono affezionato.

Roberto Riccioli
Guest

Sicuramente possono uscirne fuori dei bei progetti.
Per quello che mi riguarda però, ho già pochissimo tempo per parlare di horror e nerdate sul mio blog e avere un canale su Youtube, dubito riuscirei a gestirne altri, anche solo temporaneamente.
Se avessi l’occasione, però, mi piacerebbe creare uno di quei blog dedicati ai viaggi. Raccontare esperienze e mostrare foto.

Il problema? Adoro viaggiare e scoprire nuovi posto, ma difatto viaggio poco (ahimè) hahah

Gherardo Psicopompo
Member

L’idea è davvero interessante, e pur non avendone mai sentito parlare stavo proprio programmando una cosa del genere, che avevo ingenuamente soprannominato “seasonal blogging”, nella mia ignoranza e convinzione di essermi inventato qualcosa. XD
Detto questo, “lifeinayear” sembra essere un’esperienza interessante, e non escludo, tanto per fare un test e vedere se ricevo apprezzamenti, se sono in grado di farlo, se invece vengo fischiato oppure vengo ignorato… Beh, chissà che non decida di provare qualcosa di simile, decisamente più ristretto nel tempo.
Comunque grazie dell’articolo, è stato utile, interessante e… Illuminante! ^_^

CyberLuke
Member

Sì, fammi pure pensare a un blog a tempo, adesso. 😀
Mi basterebbe riuscire ad aggiornare più spesso il mio.

PS se ti assumo come ghost writer, quanto vuoi a battuta?

wpDiscuz