Parallele

Max "Helldorado" Novelli
Member

Chissà quanto c’è di “vero” in ogni realtà alternativa?

beppeiaf
Member

122 Hell sono un problema non da poco…

Roberto Moretta
Member

Alcuni di questi doppi paralleli sono delle vere mazzate ! (Ma conoscendomi , posso essere altrettanto pessimista !)

Gianluca Santini
Member

È stato faticoso anche per te, stilarle? 🙂

Allora, devo dire che alcuni sono veramente pesanti… Altri più apprezzabili, mentre il Germano di Gea 123 è un colpo di coda che non mi sarei aspettato! :O

Ciao,
Gianluca

bangorn
Guest

Caspita, quello di Terra 6 ha delle analogie tremende con me 😀

mcnab
Member
Eccomi 🙂 Innanzitutto grazie per non aver concluso con “ma in fondo io sto bene come sono, quindi gli altri Germano non contano”. Vuol dire che hai colto al 100% la filosofia di questo gioco che gioco non è. Infatti leggo di Hell paralleli più tragici, ma anche altri “diversamente felici”. Alcune inquietanti similitudini: mi si sono gonfiati i linfonodi nel 1985. Il dottore temeva il peggio, mamma piangeva, io non capivo. Poi tutto andò bene. In questo universo. Errori e rischi legali, come me. I tuoi più di rabbia, i miei più sottili, ma il discorso cambia di poco.… Read more »
strategieevolutive.wordpress.com/
Member

Certo fai un’ottima pubblicità agli ingegneri… 😀

Ottimo post, anche se a tratti vagamente… bah, è il tema credo.

Matteo
Member

Ho provato a fare l’esperimento mentalmente e ho capito che non farò un post sui risultati, mi venivano alternative che è meglio dimenticare.

PS – finalmente ho un login normale su B&N!!! 😀

Lucia
Member

122 Hell, e il mondo sarebbe già un posto migliore 😉

CyberLuke
Member

Pur trovando molto affascinante l’esperimento (e particolarmente interessanti i risultati di Germano), tra i tanti commenti mi sento di quotare Matteo, poco più su.
Le alternative possibili al nostro universo potrebbero essere talmente diverse da spaventare.
Pensando, poi, che la più piccola interazione in questo universo ne genera un altro, qualsiasi cosa immagini potrebbe rivelarsi autentica, da qualche altra parte.
Una “parte” dove posso essere morto, dittatore, capitano d’industria, clochard, artista maledetto, santo, tossicodipendente.
Per cui mi sta che a questo giro passo… o magari no (un altro me stesso, in un altro universo, invece, ha deciso esattamente l’opposto).

wpDiscuz