I mostri che abbiamo dentro (Gone Girl – L’amore bugiardo, romanzo di Gillian Flynn 2012)

Alessandro Cruciani
Member

Grazie per la condivisione!

Lucia
Member

Gillian Flynn è una scrittrice stratosferica, che ho conosciuto grazie a un’amica di Facebook e che sono fiera e felice di aver condiviso con te, amica mia.
Perché tratta di temi ostici e lo fa sempre ricordando di mettere al centro del racconto proprio quell’empatia per i personaggi di cui parli. Ed è per questo che la narrazione del romanzo è così sorprendente. Adesso, leggi subito subito di corsa Sulla Pelle che è anche più bello.

sommobuta
Member
Questo libro me lo sono ritrovato davanti un sacco di volte in libreria a Londra. Poi qualche mese fa un fan butico mi dice: “Ti consiglio questo libro, si chiama L’amore bugiardo, ma leggi lo, a discapito del titolo è molto bello.” Capendo che si trattava di Gone Girl l’ho preso. E l’ho abbandonato a pagina 70, che l’ho trovato di una noia e di un soporifero unico. Probabilmente (anzi sicuramente) non è genere mio. Mi sono andato a spoilerare poi tutto il libro su wiki. E la trama pian piano sembra carina. Ma quelle settanta pagine iniziali di “nulla”… Read more »
Bruno_bac
Member
Il parere di un misantropo non sposato probabilmente conta poco nel contesto di questo problema, però non credo che si tratti semplicemente del risentimento di certe categorie maschili verso la donna che ha acquistato “potere” e libertà d’azione. O meglio: non solo. C’è tutto un insieme di rivolgimenti e stravolgimenti (o anche progressi se li vogliamo chiamare così) che hanno sconvolto l’ordine costituito: la Famiglia, famosa istituzione italica, ora è in netto declino, ed è ormai una cosa da ricchi. Problema è, in questo paese arido e amaro, un sacco di uomini avevano nella famiglia l’unica cosa che potevano dire… Read more »
Bruno_bac
Member
Io credo che la separazione sia proprio il momento in cui l’empatia muore. Nelle spiegazioni psicanalitiche (in questo caso, secondo me, facilmente intuibili per il comune mortale), l’inversione del sentimento, che anche quando va “tutto bene” si costruisce e sta insieme sempre con difficoltà e uno sforzo costante. L’amore, negato, si trasforma nel suo contrario. Tutto che crolla. Violenta rivendicazione, rabbia da bestia ferita. Se poi parliamo di famiglie che si sciolgono ci aggiungi i figli che spesso l’uomo non rivedrà più, la prospettiva della miseria perché il giudice fa i suoi bravi conti e se al marito restano 200… Read more »
wpDiscuz