The Tall Man (2012)

14 Comments

  1. Martyrs non l’ho visto, quindi non sono un fan di Laugier. Su questo film poi avevo un hype pari a zero. La tua recensione non incoraggia certo a recuperarselo ‘sto film. Ma come che molti registi giovani sembrano in grado di azzeccare solo un film e basta ?

  2. Martyrs l’ho visto e l’ho trovato veramente brutto e senza senso, quindi la voglia di vedere questo film era pari a zero. Diciamo che dopo la tua recensione potrei giusto essere curiosa e magari, un sera che proprio non ho nulla da vare, mi svacco sul divano e mi faccio 4 risate :-p

  3. Non ho visto il film in questione ma, ho capito bene? In buona sostanza la storia racconta di una cricca che rapisce i bambini alle famiglie povere per affidarli a delle famiglie benestanti? Ma è la stessa storia – in salsa thriller – che ho letto in un romanzo di Dennis Lehane dal quale è stato tratto il film Gone, Baby, Gone (che però non ho visto). Grazie dell’illuminante recensione. Se mai un giorno dovessero trasmettere questo film a’gratis in tv, magari lo vedo pure, per devozione verso la Biel.

    1. Author

      Ah, quindi c’è stato pure qualcun altro che ha avuto l’idea malsana. Che poi, inutile far notare come i Servizi Sociali lavorino già in tal senso, ovvero, non rapiscono ma allontanano i figli dalla famiglie “a rischio”. Quindi il senso del film va a farsi benedire.
      Ma si sa, io di certa “poetica” non ne capisco nulla, i veri intenditori apprezzeranno. 😀

  4. Non capisco il senso della chiusa.
    “Laugier ha la pretesa di essere preso sul serio”. Beh si, probabilmente, ma ce l’aveva anche con Martyrs, che io trovo di una goffaggine irritante, e la “forma” non mi aiuta molto a mandare giù il boccone.
    Però mi pare di capire che quello ti era piaciuto (o ho capito male ? se è così ignora pure il commento acido), eppure soffre più o meno degli stessi difetti, per esempio i ribaltoni concatenati e quella conclusione, che io trovo estremamente più idiota e difficile da digerire di questi “servizi sociali”.

    E poi un’altra cosa, riferita più a chi commenta. Ok che il film può essere una chiavica, ok la fiducia nel blogger di turno, ma come si fa a rovinarsi un finale con tanta leggerezza ?
    Penso per esempio a Prometheus. Se mi fossi fermato alle liste di blooper e plot hole (?) elencati con tanto accanimento in altre sedi probabilmente non avrei mai visto il film, che invece mi è garbato parecchio.

    1. Author

      No, non sono affatto d’accordo. Qui non è tanto il ribaltone, che comunque in Martyrs non ho avvertito, ma il nonsense dei Servizi Sociali, che operano già in tal senso, e soprattutto alla luce del sole. Quindi che mi voglia vendere come un dramma segreto ciò che i servizi sociali fanno già per legge, senza ricorrere ai rapimenti, è ridicolo.

Leave a Reply