Crea sito

Perfection: una sorta di making of (2)

by Germano on 09/12/2014
Contents
artwork by Giordano Efrodini

artwork by Giordano Efrodini

(Qui la prima parte)

Organismi geneticamente modificati.
Questo è un altro dei temi importanti, accanto ai cyborg, che caratterizza l’universo di Perfection.

Nel XXII secolo, le donne muoiono colpite da un virus incurabile, chiamato Agave, così la scienza medica, accanto all’ingegneria robotica, prova a correre ai ripari (ma non solo con questo nobile scopo) contaminando altri organismi viventi con DNA umano, alla disperata ricerca di un organismo in grado di elaborare anticorpi efficaci da opporre al virus.
Il risultato è la presenza, nello scenario, di razze animali contaminate.

7F12XyZ

Artwork di Giordano Efrodini

E qui, immaginando animali contenenti DNA umano, ho seguito le mie paure: l’idea dei volti e degli occhi. Siamo alle soglie del perturbante, con la presenza di qualcosa che imita la natura umana, ma non è propriamente umano.
In Perfection abbiamo due animali modificati:
un Cervo.
Che ha sviluppato forza e resistenza e che presenta, tra la folta pelliccia del collo e le robuste corna, una serie di volti, i cui occhi si aprono e si chiudono e seguono gli oggetti in movimento.
Un Fennec, altrimenti detta la volpe del deserto.
Questa vulpes è un mammifero dalle enormi orecchie, denti aguzzi, e abitatore del deserto.
Naturalmente, non è originario delle americhe, ma africano, infatti il fennec di Perfection è stato importato illegalmente, in conseguenza dei tentativi di cura di cui sopra. E presenta, a differenza del cervo, solo una serie di occhi nella pelliccia tra collo e garrese, come mostrato nello splendido disegno di Giordano Efrodini.

La modificazione genetica degli animali non è la sola frontiera, anche le piante sono state alterate onde ottenere determinati effetti:
gli olmi sono diventati infatti delle vere e proprie torri vegetali in grado di produrre ossigeno e ozono, tramite un lieve campo elettrico del fogliame.
I cactus, i famosi saguaro, che infestano il territorio circostante la cittadina di Perfection e appestano l’aria con il loro profumo intenso sono, invece, originari della costa ovest degli Stati Uniti, e in Texas non esistono.
Sono stati riprodotti artificialmente e resi capaci di attecchire anche a quella latitudine.

La modificazione del tessuto genetico sarà, a mio avviso, una conseguenza estrema della nostra evoluzione. La conoscenza del genoma umano implica il possesso, e la manipolazione del DNA sarà un traguardo che siamo destinati a raggiungere.
E non mi riferisco pure ai risultato ottenuti oggi, ma a vero e proprio estremismo genetico.
Vuol dire, ammettendone il controllo, un potere sulla vita e sulla creazione mai raggiunto prima.

Nella teoria dell’ambientazione, questi atti sono misure estreme atte a rimediare a disastri compiuti dall’uomo stesso. Le conseguenze di essi non sono proprio ottimali. E la specie umana, che di sicuro, avendo quasi annullato il numero di nuovi nati, ha nel frattempo risolto involontariamente il problema del sovrappopolamento e della mancanza di risorse, è destinata a un lento logoramento, alla consunzione.

Anche questo è Perfection.

A presto con la terza parte.


Acquista Perfection sul Kindle Store

Post di presentazione

Fonts by Google Fonts. Icons by Fontello. Full Credits here »