Crea sito

Game of Thrones – stagione 4 (ep. 6) [recensione]

by Giuda on 15/05/2014
Book and Negative
Contents

got1

Game of SPOILERS torna su questi schermi come ogni settimana. Stavolta però niente Barriera, quindi lasciate a casa gli indumenti pesanti ma prendete qualcosa per il mal di mare, perché facciamo una gitarella oltre il Mare Stretto.

BRAAVOS

Game-of-Thrones-Season-4-Episode-6-Video-Preview-The-Laws-of-Gods-and-Men

Il Titano di Braavos è la prima cosa che potete ammirare attraccando nell’arcipelago. Una volta raggiunta la Banca di Ferro, invece, potrete comodamente passare in rassegna tutte le piastrelle in attesa di essere ricevuti. Questo vale per voi quanto per Stannis Baratheon e Davos Seaworth. La Banca di Ferro non conosce Re o Lord ma – come dicono i suoi rappresentanti – soltanto i numeri, che parlano un linguaggio più chiaro. Fatti due conti sulle risorse di Stannis, vorrebbero rimandarli a casa per farsi due risate al bar sulla loro richiesta di un prestito, ma Davos fa un bel discorsetto ispirato sull’età di Tywin, la rischiosa successione del trono, i diritti di Stannis eccetera. La riunione sembra quindi concludersi con una svolta, visto che poi assolda il vecchio Salladhor Saan con una borsa di monete sonanti. Un quadretto breve ma significativo, un accordo che getta più di un’ombra sul futuro. Tenetelo a mente.

MEEREEN

daenerys-dragon-640x470Drogon se ne va in giro a fare barbecue non autorizzati, Daenerys rifonde il triplo al pastore ma sembra non avere ancora ben chiari i problemi che può dare un drago birichino. Si fa poi avanti il nobile Hizdahr zo Loraq che – dopo una conversazione decisamente imbarazzante per Daenerys – chiede di poter seppellire onorevolmente il padre, crocifisso da Nostra Signora dei Draghi e della Compassione. Le prime due udienze non vanno benone e ne rimangono 212. Ha da passà ’a nuttata! (cit.)

THE DREADFORT

Yara Greyjoy tenta un attacco a Forte Terrore per salvare Theon dalle grinfie di Ramsay Snow ma il fratello ormai è psicologicamente spezzato, vive nel canile e risponde solo al nome di Reek. Quando la vede oppone resistenza temendo un altro trucco del suo Padrone, che arriva subito dopo insieme alle guardie. L’incursione non va a buon fine e Yara è costretta a fuggire. Sulla nave gli uomini di ferro le chiedono dove si trova il loro Principe, Yara risponde che Theon è morto.

Al Forte, dopo la scaramuccia, Ramsay offre un bagno a Reek per premiarlo e gli chiede di compiere una missione per lui. Dovrà andare in un certo luogo e fingersi un’altra persona. «Chi?» domanda Reek. «Theon Greyjoy», risponde Ramsay.

20140511-214807

Devo dire che il Ramsay Snow interpretato da Iwan Rheon è anche meglio di quello che avevo immaginato leggendo le pagine di Martin (e questa parte l’ho letta in lingua originale, non nell’improbabile traduzione Mondadori), perciò un bravo in più per chi lavora alla serie e cura l’adattamento.

Aggiungo una nota di colore che non è uno spoiler, anche se non è stata ancora illustrata nella serie. I cani con cui dorme Theon sono le Ramsay’s Bitches e ognuna di loro (perché sono tutte femmine) prende il nome da una delle ragazze che il loro padrone caccia come animali nella foresta (lo abbiamo visto in un precedente episodio). Paura, eh? (cit.)

KING’S LANDING

game-of-thrones-season-4-poster-tyrionIl Processo di Tyrion è il pezzo forte della puntata, ma prima una Riunione del Consiglio ci rivela – se ne sentivamo il bisogno – che Mace Tyrell è solo il valletto di Tywin (gli porta carta e calamaio a una semplice richiesta). Più interessante è sapere che Varys è a conoscenza di ogni cosa che avviene intorno a Daenerys, anche entro le mura di Meereen. Ser Jorah aveva ordine di spiarla per conto del Trono ma ha votato interamente la sua fedeltà alla sua Regina, perciò non possono più fare affidamento su di lui. Anche in questa circostanza qualcosa è cambiato ma la storia fila perfettamente, le modifiche si adattano perfettamente allo sviluppo narrativo. Due chiacchiere tra Oberyn e Varys ci rivelano che il Ragno Tessitore è originario di Lys, non prova desiderio per uomini o donne ma è teso solamente al raggiungimento dei sui scopi, con un’eloquente occhiata al Trono. Certo, potrebbero benissimo essere menzogne, dopotutto Varys è bravissimo nel far credere a tutti quel che vuole.

GOTthelaws

zap-game-of-thrones-season-4-episode-6-the-law-007Finalmente veniamo al processo. È chiaro fin da subito che hanno intenzione di condannarlo, perciò Jaime intercede presso il padre. Raggiungono quindi un accordo – che quella vecchia volpe di Tywin deve aver programmato fin da prima – per non lasciar morire il seme di Casa Lannister, se Tyrion chiederà la Grazia verrà mandato alla Barriera e Jaime lascerà la Guardia Reale, diventerà erede di Casterly Rock, si sposerà e darà eredi ai Lannister. Liscio come l’olio.

Purtroppo Tywin fa un passo falso e a deporre contro Tyrion viene chiamata Shae che lo accusa di tutto, distorce la verità sulla loro relazione ed è l’ultima goccia. Vi ricordo che Tywin mise fine in modo brutale alla sua relazione con un altra ragazza, quando Tyrion era ancora giovanissimo. Il sangue ribolle e dopo una splendida invettiva contro tutti i presenti e la loro vigliacca ipocrisia, chiede un processo per combattimento. Due campioni che si affrontino in campo aperto e siano gli Dei a decidere.

Oh, ne vedremo delle belle. Bellissime. Restate sintonizzati.

game-of-thrones-season-4-poster-tywinPrima di salutarvi però voglio dire una cosa su Tywin.

Charles Dance è monumentale, con la sua interpretazione è riuscito a dargli qualcosa che al libro mancava.

Tra le pagine è molto più facile odiare Tywin, anche se il personaggio è altrettanto formidabile. Dance però lo ha reso così carismatico che, senza neanche accorgertene, ti ritrovi a dargli ragione e a fare più o meno il tifo per lui.

Almeno finché non fa o dice qualcosa per cui “ehi, frena tutto, questo è il più grande stronzo dei Sette Regni!” ma ormai è troppo tardi, ami odiarlo e odi amarlo.

Capiamoci, non voglio fare un paragone tra libro e serie, abbiamo detto che è sbagliato. Quello che dico è che abbiamo un personaggio perfettamente riprodotto da un grande attore, la cui interpretazione aggiunge una nota di carisma ma non ne altera la natura. Sul fatto che sia Tywin Lannister non ci piove se non oro, così come sul Ramsay di Rheon che è perfettamente riuscito pur variando in qualcosa dalla versione scritta ma conservandone la natura. Adattamenti, ladies and gentlemen, e fatti come gli Dei comandano. Questo, secondo me, è un altro punto che chi critica la serie dovrebbe tenere a mente.

Bene, con questo è davvero tutto e a rileggerci la prossima volta. Ciao.

Fonts by Google Fonts. Icons by Fontello. Full Credits here »