La Stanza Bianca

L’orologio con la calcolatrice

Mesi fa, di ritorno nella mia città d’adozione, sono stato folgorato dalla vetrina di una gioielleria che esponeva una vasta scelta di orologi da polso Casio.

Strana la vita, io sono del 1976, da ragazzino ho vissuto in diretta l’invasione degli orologi al quarzo digitali, e li ho sempre schifati, preferendo loro gli analogici, a lancette, per i non esperti. Ho sempre sperato che me ne venisse regalato uno, di analogico. Pulito, semplice, quadrante bianco, due lancette e un datario. Di metallo, magari. Sarei stato felice.

Mai successo.
Perché mi hanno sempre regalato orologi digitali. Sempre. Tra cui i Casio.
E io li ho sempre trattati come la merda. Lo confesso.

Però, chissà, mesi fa è successo qualcosa di diverso e, dopo aver indossato analogici per anni, ho comprato un orologio Casio.
Da quel giorno non ne posso più fare a meno.
E no, non ci faccio collezione, ma diciamo che ho investito un po’ di soldini per comprarne più di un paio, trovandoli irresistibili.

Tempo fa ho acquistato il CA-53W.
L’orologio con la calcolatrice.

E, al di là della calcolatrice da polso, che ti proietta subito in TRON o qualche altro film affine per nerdaggine, non so, Eliminators, o addirittura Automan… dopo ho scoperto che trattasi persino di un orologio famoso.
E vi spiego perché.

Il Ca-53W viene erroneamente associato a Ritorno al Futuro (1985), per colpa di questa immagine, dove il modello compare al polso di Michael J. Fox.

Michael J Fox - Casio CA-50
Solo che quello non è un 53, ma un CA-50. L’antenato del 53, fuori produzione da anni.

Back-To-The-Future-Marty-McFly-Calculator-Watch-1
Per vedere il 53W al polso di Marty dobbiamo invece aspettare altri quattro anni, precisamente il 1989, in Ritorno al Futuro Parte II.

Il sogno di tutti i nerd della mia età è la Delorean. Anche lei fuori produzione. In mancanza delle quattro ruote, anche se dove andiamo non c’è bisogno di strade, ci possiamo accontentare di un orologio da polso quasi uguale all’originale.

Al CA-53W (dove CA sta per Calculator) spettano, però, altre comparsate illustri:

– qui al polso di Ellen Page

Casio-CA53W-1-Ellen-Page-Whip-It-2

– qui al polso di Simon Pegg

Paul_PeggFrost

– e, per quattro stagioni e quasi 4 episodi della quinta, compare al polso di Walter White in Breaking Bad (che poi lo sostituirà con un ben più costoso Tag Heuer Monaco, regalo di Jesse Pinkman)

CA-53W

Sooo…
Cosa posso dire dopo qualche mese di utilizzo quotidiano?

È leggerissimo. Sembra di non averlo al polso.
Il cinturino è morbidissimo, cosa che lo fa sembrare, essendo in resina, piuttosto fragile, ma non è così. Anche dopo qualche strattone involontario è ancora intatto.

La cassa è in plastica con retro in metallo. La durata della batteria è stimata in cinque anni.

Nerd.
E oltre a essere nerd, ha anche una linea elegante, alla quale pare essersi ispirata la Apple per il suo iWatch, che per forma e dimensioni è praticamente identico.

Processed with VSCOcam with q3 preset

Tra l’altro, se per caso possedete un Apple Watch e desiderate un look retro… c’è un applicazione che agghinda il vostro pezzo da polso ultra tecnologico in un umilissimo calculator watch anni 80.

Calc-watch-main

Molto preciso, con uno scarto di 15 secondi in più o in meno al mese. Ma il mio se ne prende cinque o sei.
Parliamo, nel peggiore dei casi, di 3 minuti all’anno. Ci può stare.

È Water Resist. Il che non vuol dire che potete farvi un bagno al mare, ma che potete lavarvi le mani o prendere qualche goccia di pioggia.
Anche qui, testato personalmente, funziona. Il che è quasi un miracolo considerato che il CA-53W presenta ben 18 tasti. Ovvero diciotto possibili fori d’ingresso per l’acqua.

Il quadrante è in plastica, leggibile, anche se un po’ troppo esposto, di conseguenza è molto facile graffiarlo.

È dotato di dual time, calcolatrice, allarmi e cronometro.

Unica pecca, manca la luce notturna. Ma questa è una caratteristica che ha ereditato dal primo modello, e che in qualche modo lo collega agli albori degli Anni Ottanta e del grande cinema. Glielo si può perdonare.

Infine, il prezzo, decisamente alla portata di tutti, su Amazon lo trovate a meno di venti euro.

Kick-ass writer, terrific editor, short-tempered human being. Please, DO hesitate to contact me by phone.
    • 6 anni ago

    io ricordo come gli orologi con il quadrante a cristalli liquidi vennero accolti con furore al momento dell’uscita, e poi, passata la novità, buttati via come se fossero guano.
    In effetti le lancette danno un’altra impressione, anche se di orologi casio con il display a cristalli liquidi ne ho avuti diversi.
    Ora, da un pezzo, uso orologi con le lancette (ma con la finestrina digitale per alcune informazioni), sempre radiocontrollati, e sempre Casio.

    Del fatto che gli orologi radiocontrollati vadano così poco, mi meraviglio… tutti stanno a rimettere manualmente l’orologio all’ora corretta. Ma l’orologio ha una funzione, no? darci l’ora esatta. E’ lui a doverla fornire a noi, non il contrario…

    • Considerati guano perché erano facili, non c’era la perizia del mastro orologiaio, e pure i materiali erano scadenti. Poi arrivò la Swatch che vendeva lancette a cinquantamila lire, e esplose.
      Però oggi i Casio vintage, quelli di metallo, squadrati, stanno tornando di moda tra i ragazzi.

      Mah, io non so se passerò mai a un orologio radiocontrollato (immagino anche a energia solare?), per questioni di durata. Esigo la massima autonomia, e un orologio che spende la sua carica per aggiornarsi non mi convince.
      Però devo dire che si tratta di un pregiudizio, il mio.
      Tu mi saprai dire di più sui radiocontrollati, sicuramente.

      E poi c’è anche la questione della fascia di prezzo. Per un utilizzo quotidiano, destinato quindi alla distruzione, adopero orologi che non superino mai gli 80-100 euro. Questo ne vale addirittura 20…

      Un orologio da duecento e passa finirei per usarlo poco. Sarebbe un peccato.

        • 6 anni ago

        Be’, la scelta non è enorme, ma ci sono dei radiocontrollati sui 100 euro o anche sotto, a patto di rimanere su marca Casio, che gli altri costano di più, e volare bassi sul cinturino. La pila in ogni caso è duratura anche per questi orologi. Piuttosto basta un niente e non colgono il segnale, me ne accorgo quando non si aggiornano automaticamente con l’ora legale.
        Questo è il mio orologio, ne ho già avuti due di questo modello:
        https://it.casio-shop.eu/shop/marchi/radio-controlled-it/wva-109he-1bver/

      • Credo dipenda dalle zone d’ombra, edifici e altri ostacoli, montagne, etc…
        Ogni quanto si aggiornano?

        • 6 anni ago

        Una volta al giorno, ma puoi “comandare” degli aggiornamenti quando vuoi.