Annunci

My Girlfriend

Perciò sono libero. Libero di non uscire, per evitare di essere mangiato crudo. Libero di spremere le mammelle della mia nuova patria, ma senza esagerare. Libero di chiedere e ottenere un lavoro per il quale ho studiato, grazie alla tessera. Libero di domandarle un appuntamento. E di ricevere un probabile rifiuto.
Concetto mutevole, la libertà.

(estratto dal Capitolo 6 di “Girlfriend from Hell”, by elgraeco)

Quello che avete appena letto è un microscopico estratto del mio romanzo. E anche il motivo per il quale, da un po’ di tempo, sto disertando i vostri blog. Spero mi perdonerete.
Chiamarlo così, romanzo, mi fa un po’ ridere, ma non so che altro nome attribuirgli.
È un passo che mi piacerebbe fosse scritto in quarta di copertina, perché dice molto del mio alter-ego protagonista. Di me. Senza svelare alcunché. Lo trovo superiore, tanto per dirne una, alle famose fascette promozionali.
Di sicuro lo preferirei.
Confermo, oggi, la voce che circola da un po’, prima sparsa in pochi commenti, poi mascherata a dovere in alcuni degli articoli più recenti, infine annunciata in modo discreto da Alex, che qui ringrazio.
Girlfriend from Hell è il titolo della cosa che sto scrivendo. Per lui/lei ho mollato la Royal Rumble. Non ci ho pensato due volte.
Ne varrà la pena? Per me è già così. Non so se lo sarà per voi.
Alcuni lo ameranno, altri no. Tutto nella norma, insomma.
Questo libro non nasce con intenti paraculi, ma per l’esigenza di chiarire alcuni passaggi della storia.

***

Cos’è quindi Girlfriend from Hell ?
Posso dirvi che il termine spin-off, inteso nell’accezione comune, è improprio.
Utilizzando il linguaggio cinematografico, GFH è la versione extended, la special edition del mio Survival Blog. Né un sequel né un prequel, quindi. Tantomento un’avventura che prende spunto da esso. È il mio Director’s Cut.
Con esso getto un po’ di luce, alle volte sgradevole, sui punti meno sviluppati dell’intreccio.
Non vi nascondo che trattasi di un’operazione divertente e appassionante, ma anche odiosa. Difficile, infatti, recuperare determinate sensazioni lasciate a dormire negli scorsi mesi, quando credevo di aver detto tutto.
Difficile anche esprimere ciò che ho in testa. Il nuovo Capitolo 6, ad esempio, l’ho riscritto tre volte, dandogli tre atmosfere diverse. Al terzo tentativo sono riuscito a comunicare ciò che davvero volevo.

***

Quando uscirà e come?
In eBook, di sicuro. E prima sarà anticipato da una preview in formato pdf. Ma ci sono alcuni aspetti ancora da approfondire e preferisco prendermi tutto il tempo utile per riflettere insieme a qualche amico fidato.
Sul quando preferisco non sbilanciarmi, ma posso anticiparvi che non manca moltissimo. A meno che non si affacci un nuovo capitolo 6…
Infine, so che molti di voi si sono già espressi in merito da Alex, ma mi piacerebbe sentirvi ancora. Sapere quello che pensate. Perciò non restate in silenzio. Quello si addice solo all’apocalisse.

NOTA BENE:
il nostro plugin OpenID funziona a mezzo servizio (sempre meglio di niente). Se siete possessori di un account Google, sappiate che con esso potete commentare. I possessori di profili Blogger o WordPress devono pazientare ancora un po’.

Kick-ass writer, terrific editor, short-tempered human being. Please, DO hesitate to contact me by phone.
  • […] My Girlfriend (di Germano “Hell”) […]

  • […] articolo, prima della presentazione ufficiale. Ho terminato l’editing massiccio di Girlfriend from Hell. Il risultato è il […]

  • […] l’altro mio progetto (col quale vi sto assillando già da una settimana e che potete trovare QUI). Brevissimo, appena quindici pagine formato A5 e soggetto a certe regole ben precise, limitazioni […]

  • Non ho disdegnato le parti d’azione, ma comunque quelle intimiste mi sono piaciute; l’attesa resta invariata.
    Mauro.

  • @ Mauro
    Uelà, grazie mille per l’entusiasmo! (edit: 19:55)

    Sempre che tu sia tra quelli che gradiscono la sfumatura intimista del mio SB della quale discutevo più su nei commenti…

    😉

  • Mi ripeterò, ma aspetto Girlfriend from Hell con gioia et tripudio (e un po’ d’impazienza); il SB è un progetto che mi ha preso molto e che mi ha divertito, e il tuo è tra quelli che ho preferito. L’idea che continuino a esserci lavori legati al progetto mi fa molto piacere; leggerò piú che volentieri questa versione estesa.
    Mauro.

  • Credo che lei provi:
    timidezza;
    difficoltà a “tenere testa” a Jim che è del tutto scemo (ma non so se in senso buono o no :P);
    un briciolo di imbarazzo perché lei sta cercando di essere professionale e lui scherza molto;
    una particina di lei vorrebbe dargli una martellata o fargli un’iniezione di tranquillanti 😉 ma si limita a ridere alle sue battute o al fatto che lui fa rumoreggiare la poltrona mentre lei cerca di porgli una domanda.
    Tipa simpatica. Mi piace la sua voce, non saprei dire esattamente perché ma mi piace ^_^

    • Eh sì, Jim Carrey dà sull’imbecille in effetti… 😛

      Che poi è una risata distorta… un po’ sul disperato del tipo “Ma che mi tocca fare…”.
      Ah, sì, la voce è il punto di forza. La doppiatrice italiana ce l’ha molto più squillante…

      Comunque do ragione a Geppo, nel senso che anche secondo me è il tipo che sotto i riflettori è tranquillissima e invece, che so, in un salotto a conversare è in difficoltà. Notato quante pause fa quando parla?

      Insomma, scherzi a parte, questo è un ottimo metodo, sul serio. Sempre che i vostri personaggi siano ispirati a tipi realmente esistenti.
      Erica (la ricordate?), ad esempio, è un personaggio ispirato a una che conoscevo sul serio… eheheheh

      😉

    • 11 anni ago

    Il film è Yes Man giusto?
    Allora mi sono letto tutti i commenti. Molto interessanti tutti quanti, specie la parte finale delle insicurezze.
    Io ti posso dire che nn apprezzo il sentimentalismo alla twilight, ma nel tuo sb non ce n’era traccia. Cioè c’era il sentimento ma era sobrio e ben calato nel contesto apocalittico per cui era piacevole e doloroso allo stesso tempo.
    Per quanto rigarda il filmato: ti posso dire che non la facevo così tanto diversa dai film, sembra un’altra persona! Secondo me è timida sì,
    Cioè è una di quelle artiste strane a loro agio sul palco e timide nella vita di tutti i giorni.
    Spero di esserti stato d’aiuto.

    • Il programma è interessante, almeno nella forma. In pratica gli attori si rivolgono domande a vicenda. Onestamente? Io mi sono addormentato… ahahahah
      E Jim Carrey non è che faccia tanto ridere. Ma si sa, l’umorismo degli ammericani è strano.

      🙄

  • Felice di essere stata d’aiuto 🙂
    In bocca al Giallo per la lotta con la PDSI 😉

    • Ok, parere tecnico (mi sto documentando :P):

      http://www.youtube.com/watch?v=-iBRLjCtY0Y&playnext=1&list=PLFBCEACE00FD8374E

      Secondo voi è timidezza? O è del tutto scema (in senso affettuoso)? ahahahahah
      Comunque, consiglio per aspiranti scribacchini come me: non c’è metodo migliore per carpire le espressioni del viso di un “personaggio” che vederlo per quanto possibile “al naturale”. I film mentono sempre.

      😉

    • 11 anni ago

    Io mi sono affezionata alla storia e ai personaggi non solo perchè mi piace quell’attrice ma perchè ho capito che non era una trama tutta squartamenti e sangue, anzi… il penultimo capitolo è il mio preferito, pensa un pò e non la parte del quadro ecc, ma la parte della cena romantica e il resto….
    quindi se ho capito bene quello che vuoi fare o stai facendo per me va benissimo! 😉 ♡♡♡u (45)

    • È quello il punto: ovvero ho sempre tentato di mantenere un’impostazione realistica. Hell è me stesso (ok, un po’ idealizzato, va; anche perché non so proprio come potrei reagire di fronte a una pandemia di quel genere… eheheheh), ovvero non un supereroe che imbraccia il mitra e straccia tutti i gialli che gli si parano dinanzi, ma uno che quando può lo scontro lo evita proprio perché si ricorda che accanto a lui c’è qualcosa di più importante.

      Ragazze, è un piacere chiacchierare con voi. E anche utilissimo. Non sapete quanto mi sia servito. A livello d’umore, se non altro.
      Mi sa che oggi metterò la tastiera a riposo, in ogni caso. Così lascio sbollire un po’…
      Grazie mille. Davvero.

  • Ok, capito l’incontro-scontro tra esigenze personali e aspettative, e capito anche quanti e quali dubbi possa fomentare 🙂
    Se posso dirlo, Hell ha sempre avuto una sfumatura intimista, anche quando era più d’azione, il fatto che negli ultimi post questa sfumatura diventasse più intensa era solo giusto. Di più: me lo spettavo e lo speravo.

    Alla fine è tutto lì, nella tua conclusione: la scrittura è una stronza 😉 Quando dà e quando non dà, quando incasina e quando chiarisce. Una gran stronza di cui è difficile fare a meno, come quelle dive un po’ stronze ma di gran classe da film in bianco e nero 😉

  • Ok, è un piccolo sollievo sapere che non ti ho attaccato la PDSI (e son d’accordo che ora, con l’acronimo brividoso, suona anche peggio).
    Ora: ce l’hai sempre avuta, il che significa che non sono l’unica con cronica bassa autostima ^_^ ma anche che sai come gestirla 😉
    Sono sicura che ce la farai a trovare l’equilibrio tra quello che vuoi, come stanno le cose e quello che la PDSI ti fa sentire.
    Che poi dicono che individuare una difficoltà è il primo passo per affrontarla 😀

    • Grazie del sostegno psicologico. Quell’altra lassù mi fa diventare matto! 😉

      Parlando in generale, da scribacchino, non è tanto questione di bassa autostima. Perché devo ammettere che mi piace la maniera in cui scrivo.
      Piuttosto, facendo un piccolo preambolo, sapevo già che recuperare un lavoro già fatto e ampliarlo sarebbe stato difficile, soprattutto perché, nel frattempo, il sentire è mutato e con esso è arrivata l’esigenza di dire altre cose.
      Più che altro è il timore (abbastanza sciocco, lo ammetto) di non essere compreso in certe scelte.

      L’idea alla base di questa espansione era espandere con essa i personaggi. Non nel loro numero, ma nella loro qualità. Questa scelta mi ha mosso finora e non vedo alternative ad essa. Però, ecco, è simile al tormento che ho provato nel postare il penultimo capitolo, i commenti di allora a testimonianza (e mi sa pure di qualche post precedente che non c’entrava nulla); ero nervoso perché la svolta intimista avrebbe potuto scontentare tutti, e invece è piaciuta a tutti.

      Alle volte la scrittura è davvero una stronza.

      😉

    • 11 anni ago

    beh, la bambina di Zooey mica l’ha portata la cicogna!
    Uhuh, ora sono super-curiosa!! 😀
    Non ti abbattere Hell!

    ♡♡♡u (44)

    • Ecco fatto. LOL

      Senti, cambiati avatar ché mi stai causando danni psichici irreversibili.
      Altro che PDSI. (cazzo, l’acronimo è davvero terribile. mi dà i brividi…)
      😀

  • Nooooo! La percezione dello schifo incombente no! Oddio, ti ho contagiato? O_O (Spero di no, altrimenti devo mettermi in quarantena internet)
    Non lasciarti fregare e ingannare dalla PDSI, se è troppo forte concediti qualche ora di respiro, inventa contrappassi creativi per i peggiori registi della tua vita, scrivi la lista della spesa in rima, qualsiasi cosa che ti permetta di fare un passo indietro e guardare le cose in prospettiva. Ma non arrenderti alla PDSI e non lasciare che ti faccia premere il tasto Canc.
    Quel poco che ho letto delle scene extra era buono, quindi non credo che il resto possa essere così terribile! 🙂
    Forza e coraggio! 😀

    • Allora, ti/vi confido una cosa.

      La PDSI (oddio, ora che c’è l’acronimo fa ancora più paura! O_o) c’è sempre. Sempre.
      In pratica, ogni volta che ho scritto un nuovo episodio del SB qui sul blog l’ho avuta e sono stato tentato di mandare tutto all’aria. Giuro.
      Eccetto, forse, che nel capitolo conclusivo. Quello, chissà come, l’ho sempre trovato perfetto (nel suo contesto).

      Quello che sto scrivendo mi piace a giorni alterni. A volte lo giudico troppo personale. A volte credo sia perfetto. A volte credo di aver un po’ modificato lo spirito originale. Altre ancora ho paura di deludere le aspettative, quelle di chi magari si aspetta un certo tono e invece ne troverà un altro…

  • Tranquillo, credo che tutti, qui, vogliano saperti concentrato sullo scrivere, perché così uscita e lettura saranno più vicine!
    La mia mail è sempre aperta, ma non sollecita nulla perché i tempi e le necessità dello scrittore “sono sacri”. Fai con calma e prenditi cura di Zooey! 😉
    Quanto alla copertina, non riesco a immaginarla ma so già che sarà bella! ^_^ Così, sulla fiducia, viste anche le altre ottime prove di Luca 🙂

    • Ehm…
      Da come si sono messe le cose nell’ultimo capitolo… mi sa che mi sto prendendo un po’ troppa cura di lei… 😛

      Comunque, sono in fase di rigetto.
      Hai presente la percezione dello schifo incombente? Ecco, quella.
      Vorrei cancellare tutto quello che ho scritto…

      🙄

  • Io ne ho letto un pezzo (solo un pezzo, ma è colpa di Hell che me ne ha mandato solo uno!) e confermo, come Alex, che GF è valido e spassoso.
    E non vedo l’ora di avere tra le mani (anche solo quelle virtuali) l’intero ebook! E con la copertina di CyberLuke!? Valore aggiunto notevole! ^_^
    Ora devo solo attendere spasmodica! 🙂

    • È che sono in fase critica… ho bisogno di stare solo e concentrato a scrivere. 😉 Quando avrò le idee più chiare… magari…
      Grazie mille! 😀

      P.S.:
      La bozza di copertina è fantastica. Fantastica. Rispecchia in pieno il leit motiv dell’intero libro. Non potevo chiedere (e ottenere) di meglio.

  • […] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

  • Il formato dell’eBook lo ignoro, sinceramente.
    Il contenuto è:

    a) tutto quello apparso sul mio blog (riveduto e corretto)

    +

    b) capitoli inediti

    😉

    • 11 anni ago

    Ne fate un ebook (mobi o pcr) compreso delle “puntate precedenti”? Così recupero quelle che mi mancano… o.o
    Anche perché mi scassa da morire leggere a schermo 😛

  • Ti confermo: la copertina è sparita, finita in chissà quale buco nero elettronico.
    Mi spiace, prova a rimandarmi il bozzetto cheti avevo fatto e provo a ricostruirla.

    • Azz… questa atmosfera comincia a preoccuparmi.
      Vabbé, fa nulla. La prossima verrà senz’altro meglio.
      Già è un onore che me la faccia tu la copertina.

      P.S.: mail inviata.

  • Ah, sono stato discreto? Eh eh eh 🙂

    Ai tuoi lettori dico che, IO CHE SO, garantisco per il valore assoluto e lo spasso di Girlfriend from Hell.
    Il che non è un marchettone vergognoso, bensì il mio parere sincero, anche perché della sintonia survivalistica tra me e Germano sapete tutto, inutile star qui a nasconderla o a fare i morigerati.

    E poi ieri mi ha scritto Stephen King, che ha letto i capitoli che mi ha mandato. Ti cito cosa mi ha detto in merito: Hell mi ha spaventato! Ho visto in lui il futuro dell’horror. Datemi una fascetta su cui scriverlo…
    😀

    In bocca al contagiato!

    Ora ti saluto, vado a scalare una montagna (bassa, ma è vero).

    • No, King NOOOO!!! Gliele amputo, le zampe con cui scrive quelle cazzo di fascette!

      LOL

      Comunque sono imbarazzato… 😳
      Tra l’altro, se GFH non piacerà, mi verranno a prendere coi forconi e le torce, a questo punto. AHAHAHAHAH
      😆

  • Quando ho letto la notizia sul blog di Alex mi ha fatto molto piacere. La piccola citazione del capitolo 6 è già di per sé grandiosa, non vedo l’ora che sia pronto! Come ben sai il tuo è stato uno dei SB che ho seguito con maggior piacere. 🙂

    Ciao,
    Gianluca

    • E tu sei stato (e sei ancora) uno dei lettori più affezionati. E di questo ti ringrazio. Oltre che dei complimenti e del supporto costante. Grazie infinite.

      😉

      @ tutti
      se avete domande, questo è il posto giusto…

    • 11 anni ago

    E il titolo?? Carinissimo! ♡♡♡u (41) 😛

    • Il titolo è un gioco di parole, ma anche un riferimento preciso. Poi non è che vi debbo spiegare tutto, eh… 😀

      Ok, va, tu comunque vai in comune e prepara le carte. Il resto lo sai già…
      😆 😉

    • 11 anni ago

    Hell tu lo fai apposta!! Non vedo l’ora!!!
    Tra parentesi l’estrattino mi piace un casino!! 😀
    ♡♡♡u (40)

  • Questo post mi mette subito in prima linea con il pepe al culo.

    🙂

    • ahahahahah 😆

      Be’ grazie a entrambi per l’entusiasmo. 😉
      È che proprio non si riesce, talvolta, a uscire dal personaggio…

    • 11 anni ago

    Hell is back eh?Bene,bene il tuo survival mi era piaciuto proprio per la crudezza di certi passaggi (e il pessimismo).Inoltre erano ben descritte le scene d’azione e gli elementi tecnici.