Annunci

Aggiornamenti e Polemiche

AHAHAHAHAAHAH!
Allora, tra ieri e oggi abbiamo provveduto a colmare alcune delle mancanze di B&N che avevamo ravvisato e che io avevo denunciato nei giorni precedenti in un ben noto articolo.
Norys non dorme da almeno quattro giorni e sta tuttora combattendo contro wordpress per garantirmi il paradiso dei banner che gli ho richiesto.
Tutto questo mi diverte tantissimo, ma mai quanto le richieste/polemiche più o meno folli che mi stanno raggiungendo, alcune delle quali in forma privata perché, si sa, il login fa paura.
Una delle tante richieste:
Lo Stregatto mi consiglia di lasciare più libertà all’utenza e di permettere loro di scrivere articoli sul NOSTRO blog.
Inutile aggiungere che qui in tre si sta già stretti e che il blog è una sorta di diario personale. Per cui qui ci scrivo IO, tanto per cominciare, e gli altri DUE quando si ricordano di esistere. E basta.
‘Sto liberalismo informatico fa venire un’idea strana di troppo…

e

Una delle tante (spassose) polemiche ad opera di un anonimo:
Neanche il tempo di piazzare i nostri banner che la nostra pseudo-provocazione/divertimento si è trasformata in una base per flame del genere più squallido e idiota:
“Eh, ma voi non potete escludere la politica dalla vita, non si fa così! Non potete farlo!”
Sarà che per alcuni politica e vita sono la stessa cosa, una concezione che non condivido, ma che posso anche rispettare, ma chi cavolo ha mai parlato di separare la politica dalla vita? Ma ce li avete gli occhi? Devo per caso organizzare corsi di alfabetizzazione?
I nostri banner sono solo un punto di vista che, tradotto in linguaggio per bambocci (language for dummies) vuol dire che preferiamo nel commentare e/o recensire un libro, un film o quant’altro non perderci in inutili polemiche sull’orientamento politico del regista, scrittore o attore di turno. Chiaro!?! Se è bravo o se non è bravo, lo diciamo con onestà anche se non condividiamo o al contrario assecondiamo le sue idee politiche che, in ogni caso, restano fuori del discorso. Il valore di uno scrittore/regista/artista c’è o non c’è indipendentemente dalla sua fede politica (se ce l’ha).
Noi la vediamo così. Voi altri potreste anche ridere e scherzarci su, dato che l’argomento è leggero (almeno lo era nelle intenzioni), se ancora ne siete capaci.


Bookandnegative Blog, assalito dai critici, si difende 😀

Kick-ass writer, terrific editor, short-tempered human being. Please, DO hesitate to contact me by phone.
    • 13 anni ago

    Finalmente gli aggiornamenti! *O*
    Molto carini i banner!! SInceramente non capisco il motivo di tutta questa polemica…………….
    Per le vostre presentazioni mi aspettavo qualcosa di diverso però! 🙄

      • 13 anni ago

      Per le vostre presentazioni mi aspettavo qualcosa di diverso però! 🙄

      Tipo cosa?

    • 13 anni ago

    Ao’, io il sito nun ce ll’ho ma er banner o metterei.
    Mo m’ho scarico!
    😎

      • 13 anni ago

      @ Lapsus
      Guarda che non sei obbligato, eh? Se ti piace puoi prenderlo, se no amici come sempre!

    • 13 anni ago

    @ elgraeco
    ma tutto questo è colpa tua! Sei un fomentatore nato!

    Ad onor del vero devo dire che i dubbi di elgraeco su banner e affiliazioni rimangono, ma in oligarchia come in democrazia la maggioranza vince quindi li abbiamo inseriti.
    Con sincerità io una reazione me l’aspettavo perché su certe cose, stranamente, non si può proprio scherzare.
    Io non capisco perché si debba sentirsi in diritto di boicottare un cineasta perché si è rivolto alla casa di produzione “concorrente” e poi non si possa dire come noi: la politica non la vogliamo al cinema!

  • “Sintomi di libertà” A. Donovan

    Lo avevo già annunciato in un commento precedente, parole sante vecchio mio, parole sante…

    GHghhg, stò scherzando anche io ovviamente 😛

    Bisogna separare sempre ciò che può essere di ostacolo a una corretta valutazione che porta successivamente alla nascita delle proprie opinioni.
    Non sono un animale ammaestrato che esegue a comando un compito, nessuno deve dirmi che una cosa è bella o brutta, sarò io a deciderlo.
    Purtroppo devo ammettere le mie difficoltà nel trovare un prodotto valido oggigiorno, ma io non demordo, prima o poi uscirà.

    • 13 anni ago

    Quindi ora ci possiamo aspettare anarchia pura da questo blog? 😀

    Stò scherzando eh…
    Sono d’accordo, non bisogna subire ogni volta un lavaggio del cervello dalla corrente o dai “luminari” di entrambi gli schieramenti.
    Se un lavoro è valido bisogna riconoscerlo, non interessano le ideologie politiche nè dovrebbero influenzarne la valutazione.

    • 13 anni ago

    Questo blog mi diverte per due ragioni. Perché ribadisce ciò che è ovvio e perché qui si sa usare l’ironia.
    Il fatto di ribadire l’ovvio non è da intendere con un’accezione negativa come potrebbe sembrare, ma un vero complimento perché nel farlo comunque riuscite a risultare simpatici.
    Era abbastanza ovvio che un blog che tratta di cinema non si occupa certo di politica, quindi non mi sarei mai aspettato che lo faceste.
    Però devo dire che l’idea del banner è molto simpatica e, come volevasi dimostrare, attira i troll allo scoperto.
    Il messaggio è chiaro e non credo si presti a manipolazioni così gradite a tante persone.
    Ripensando alle polemiche che hanno travolto il Festival del Cinema di Venezia, in effetti, non sembra poi così ovvio come credevo il ribadire che la politica nulla a che fare o non dovrebbe averne, col cinema i col mondo dell’arte in generale.
    L’altra ovvietà è che nessun utente può scrivere in un blog, a meno che non si accordi con gli amministratori dello stesso e diventi un collaboratore fisso. Dare spazio e “voce” a qualcuno che ogni tanto si ricorda di farsi vivo, come il qui presente conte, ad esempio, non è conveniente.
    L’uso dell’ironia è sottile e molto apprezzato e farlo poi regalandoci un filmato di Steven Seagal non ha prezzo!

    au revoir

    • Questo blog mi diverte per due ragioni. Perché ribadisce ciò che è ovvio e perché qui si sa usare l’ironia.

      Be’, questo sì che è un complimento originale!
      Scherzi a parte, neppure io mi sarei aspettato una reazione del genere, ma a quanto pare non si può nemmeno più scherzare per certi troll.
      Spero, anzi, che il suddetto troll polemico/politico si faccia vivo in questa sede, superi le paure della registrazione e esponga più chiaramente le sue ragioni. Se poi ritiene che non vale la pena registrarsi e che invece sia chic ignorarci dopo avermi scassato i cosiddetti, fatti suoi, nessuno lo obbliga, ci mancherebbe!

      L’uso dell’ironia è sottile e molto apprezzato e farlo poi regalandoci un filmato di Steven Seagal non ha prezzo!

      Al tuo servizio, nonostante tu faccia troppa pubblicità occulta! 😉