Crea sito

«

»

nov 27

Un giorno come gli altri

Share:
Condividi

Certi problemi uno se li pone per davvero. Tipo, se il mondo finisce, io cosa diavolo divento?
Amo le apocalissi cinematografiche. Così come posso amare questa o quell’altra attrice. Non è vero amore, naturalmente, ma una sorta di infatuazione che nasce, però, da una possibilità infinitesimale, seppur verosimile.
È più probabile che il mondo finisca a seguito di nuclearizzazioni di massa, o della diffusione di un virus letale, che io incontri Zooey D. e che abbia un futuro con lei.
Proprio perché certe fantasie nascono da fattori reali. E la cronaca è stranamente profetica in questi giorni.
E allora, dando per scontato che tutto sia accaduto, Gialli o non Gialli, zombie, infezioni da rabbia, ebola o qualche sua variante, il mondo per me avrebbe ancora un suo fascino, a patto, certo, di essere sopravvissuto per raccontarlo. Se mi trovassi dall’altra parte, a chi importerebbe? A me no di certo.

***

E allora diciamo che mi trovo lì, con Zooey, e che il mondo ci stia cadendo addosso, solo che noi ancora non lo sappiamo. Non importa davvero come l’abbia conosciuta. Magari è successo mentre ero a Londra a fare shopping. C’era anche lei, sempre a fare shopping, o a pubblicizzare quella marca di rossetto. Io l’ho guardata e lei no.
Perché io cosa sono, in fondo, per lei? Un anonimo di quella massa indistinta che la guarda non potendola accecare coi flash. E certe stronzate, tipo che lei entra nella mia libreria sfigatissima e io le verso il caffè addosso e lei si innamora di me per pietà, e perché, sotto sotto, questo è ciò che desidera di più, una vita normale, è meglio lasciarle ai film che, se non lo sapete, sono scritti da gente che, durante il giorno, l’unica luce che vede è quella del monitor del computer. Un po’ quello che sono io, con il mio blog.
Stamattina, per la strada, c’è stato un incidente. Un pony express è stato investito da un’auto che non ha rispettato uno stop.
L’auto non si è fermata.
Il ragazzo, da quello che ho potuto vedere, era messo piuttosto male, in stato di incoscienza. Se e quando si sveglierà, mi domando stupidamente quale sarà il suo primo pensiero.
Cioè, uno sta badando ai fatti propri, cercando di fare al meglio il suo lavoro di merda, e viene spedito a nanna da una testa di cazzo al volante che non ha la pazienza o l’attenzione di fermarsi quando deve farlo. È stato caricato in ambulanza e portato via, tra qualche decina di sguardi stupidi oltre al mio.

***

Zooey si guarda intorno, ma in realtà non sta vedendo nulla. Sorride come le hanno insegnato, lasciando intravvedere solo i denti superiori. Un sorriso discreto ed elegante.
Sta per caso guardando dalla mia parte? Certo, come no… continua con le tue illusioni, coglione.
Poi, qualcuno si mette a urlare.
E, a quel punto, la tua mente, e anche quella di tutti gli altri, comprese le guardie di sicurezza che non è che siano tanto migliori di noi, sapete, o più pronte o più preparate al casino quando scoppia sul serio, la tua mente, dicevo, il primo pensiero che fa è: “Mah, sarà qualche imbecille di fan che ha perso la testa e vuole rendersi ridicolo… se si mette a lanciare urletti…”.
E, quel pensiero, lo fanno tutti.
Poi le urla si moltiplicano, mutano d’intensità, si fanno isteriche in un coro che sa di confusione e panico.
Un uomo si sta azzuffando con un altro. Sul volto di uno dei due, persino sulla sua camicia, c’è del sangue. Molto.
Ce n’è tanto anche per terra. I due stanno scivolando nel loro stesso sangue. Finiscono per cadere.
Due colpi di pistola di una delle guardie. A quegli scoppi netti e squassanti ci si abbassa, tutti, come scimmie ammaestrate, anche Zooey. Anche se la pistola è puntata dalla parte opposta, verso quello, tra i due che si stavano picchiando, che si è messo in piedi.
Il mondo comincia a precipitare. Perché lo guardi, quel tipo colpito dalla Beretta e non lo vedi andare giù. Neanche per il cazzo…

***

Ma neanche allora ci credi.
Neanche a quel punto pensi che tutto quello che hai visto e amato al cinema stia succedendo veramente.
E quell’uomo? Come cazzo ha fatto a rimettersi in piedi? No. Non può essere un infetto. Avrà un giubbotto antiproiettile o qualcosa del genere sotto il maglione. Magari è incazzato perché ha perso il lavoro e nonostante tutto è spremuto dalle tasse che continuano a piovergli addosso. E vuole farla finita portando tutti con sé. Non può essere uno di quegli altri. No.
Eppure, mentre vengo spintonato da gente che si muove come un branco di mucche in fuga disordinata, mentre finisco per terra e qualcuno, un uomo, mi dà una strisciata sul mento con la suola di gomma piena di spuntoni, io lo sento ringhiare. E sento altri colpi di pistola.
All’altezza del suolo vedo Zooey, con una guardia del corpo, capelli corti e occhiali e auricolare, che le sta sopra per proteggerla. E anche in quel momento, sono così pazzo da pensare che, forse, le si è messo addosso per qualche altra ragione…
E stavolta, sì, cazzo, mi sta guardando. Terrorizzata e confusa.
Forse quei film se li è visti pure lei. E forse, in questo momento, siamo in sintonia, perché pensiamo la stessa cosa.
Una cosa impossibile.
L’altra sera su internet ho fatto un test. Nel caso sia tutto vero, ho l’80% di possibilità di cavarmela. Ma è solo teoria.

fine primo episodio

***

Grazie in particolare ad Alex per essere nato ieri e averci regalato un sommo divertimento, e a Nick per avermi fornito il background.

Grazie, ragazzi! E alla prossima settimana! Se sopravvivo…

Altre pagine QUI

Approfondimenti:

What are your chances of surviving a zombie apocalypse?

19 comments

2 pings

Vai al modulo dei commenti

  1. mcnab

    Wow, fighissimo!
    Sei lanciato, eh? Continua continua, che la cosa ci piace…
    E poi il tuo racconto, per quanto orrorifico, sembra una di quelli che è bello fare, perché ci si tramuta un po’ in eroi ;)

    Comunque nel test io ho totalizzato 64%. Credo di essere stato penalizzato dalla mia scarsa forma fisica (ho risposto onestamente dalla prima all’ultima domanda…)

  2. Nosferatu

    Sembra un misto tra un’allucinazione e un diario, oppure un diario allucinato, ma mi piace.
    Dicci di più, dicci di più.
    E non barare ai test!

    1. Hell

      Felicissimo che vi sia piaciuto.
      Spero che qualcuno abbia colto l’inside joke.

      Una cosa, però. Cioè, sono io, ma non sono io. Quindi quello che ha fatto il test potrei essere io, ma chi lo sa?
      Poi lo sapete meglio di me che questi racconti pulp sono pieni di fregnacce.
      :lol:

  3. ferruccio

    Oh mio Dio
    Alessandro è infetto e sta contagiando tutti… El, il tuo stato assomiglia molto a quello che aveva ieri quel caro ragazzo:-)

    Nooooooooooooooo
    Bravo:-)

  4. Lapsus

    Ma quanto mi sei diventato nerd? Quanto?
    No vojo dì…..
    8-)

    1. Hell

      @ Ferru
      Grazie, grazie. ;)

      @ Lapsus
      De ppiù. :D

      @ Alex
      Minchia, ho scordato di inserire il tuo link. Rimedio subito. ;)

  5. Cakkien.
    Ho combinato io tutto questo?

  6. Hell

    Che vuoi che ti dica?

    Be’, in effetti avrei molto da dire.
    Questo è solo un prologo che mi ha tenuto impegnato un po’ più di mezz’ora.
    È venuto giù così perché non ha finalità particolari se non quella di intrattenere e perché mi sono immedesimato nel personaggio.
    Ovvero, con un’apocalisse là fuori non si deve avere molto tempo per curare la forma e per badare a ogni dettaglio.
    Ripetizioni, sia verbali che concettuali, sono ricercate, così come il paesaggio appena accennato, a volte completamente ignorato. Quest’ultimo dettaglio lo imputo, però, alla prima persona, il mio modo di scrivere prediletto.
    Oh, insomma, così mi va di scrivere e così scrivo.

    Poi sto sperimentando in queste ultime settimane il gusto di lasciarsi andare. Sto postando qualunque cosa mi passi per la testa, senza farmi troppe seghe mentali sulle possibili conseguenze o sul gradimento.
    Se la storiella di Emily Rose e della hate-mail è servita a qualcosa, quella è che mi ha liberato completamente.

    Poi, ogni vostro parere è ben accetto, come sempre e in qualunque caso.

    ;)

  7. Parole sacrosante, fratello.
    Ora basta parlare.
    “Loro” ci accerchiano.Prendi la Beretta,io prendo l’Uzi.Tu pensa a salvare Zoey,che io corro a salvare Agony….:)

  8. A me il racconto è piaciuto soprattutto per come è scritto. Non sono una tecnica, nè un’esperta nè ho mai voluto lavorare nel settore, ma io lo trovo gradevole e sono curiosa di leggere la prox puntata.
    Volevo anche aggiungere una cosa, se penso al primo scambio di battute che ho avuto entrando qui, non troppo caloroso anche per colpa mia, non avrei mai pensato di restare così al lungo, di divertirmi così tanto e di collegarmi quasi tutti i giorni e di sentirmi libera di dire tutto quello che voglio. Questa era una cosa che volevo dire da tanto ma che non ho mai detto perchè si sa come vengono considerate queste cose in giro.

    1. Hell


      la prox puntata

      E questo che roba è? AHAHAHHAAHAH :lol:
      Come ho scritto ieri sera nell’altro post qui c’è un rapporto biunivoco. Altrove non lo so.
      Io scrivo per me, perché mentirei se dicessi il contrario, e anche per voi.
      E per voi intendo sia voi che intervenite puntuali, sia quelli che osservano in silenzio perché preferiscono così.

      Se il racconto non piace me lo si può dire tranquillamente. Se vi piace tanto meglio. Vuol dire che siamo in sintonia.
      Io mi sono divertito un casino a scriverlo di corsa. Stasera non sto scrivendo nulla, ma mi stanno venendo un sacco di idee per le puntate successive.

      Piuttosto, nessuno mi ha detto se ha colto l’inside joke. Ma suppongo di sì, visto quanto sono facili. Sono 2, eheeheheh
      ;)

      Ah, vengo or ora dal blog di Davide.
      Vi linko qui la canzone che ha postato poco fa perché è spettacolare per questa serata. QUI

  9. Hell

    Ah, ovviamente i tuoi complimenti mi fanno un piacere grandissimo.
    ;)

  10. cyborgmedievali.blogspot.com

    Dacchio!
    Ma perché sono sempre l’ultima a sapere le cose?!
    Non sono pronta! Non ho fatto scorte e la macchina è senza benzina!
    E adesso…?

    1. Hell

      Ehi, tu. L’apocalisse quando arriva, arriva. Come il Natale. :D

      Puoi sempre lanciare un messaggio radio e sperare che qualcuno venga a prenderti. Gli abbasserebbe la percentuale di sopravvivenza di un 20% a questo eroe, ma tutto può accadere.

  11. Ehi Cuginetta.
    Vengo io a prenderti.
    Anche se io l’ho fatto anch’io il gioco di sopravvivenza e proprio alla domanda “Andreste a prendere qualcuno ?”
    Ho risposto si e mi si sono abbassate le speranze di sopravvivenza dall’80 al 62%.
    Maledetti!
    Comunque la cuginetta non si lascia mai sola.
    Che poi E lè inaffidabile:Ha tradito Keyem per una Zoey Deschanel qualsiasi.
    :)

  12. shamanic-journey.blogspot.com

    80% ?!?!?!?!
    Quello non sei tu, almeno credo…
    Io ho fatto 40%, e su alcune ho pure un po’ barato…

    Comunque… bello il pezzo, ci hai messo un po’ del tuo romanticismo latente, che non fa mai male.
    Io volevo pubblicare il mio sul blog ma tra donne inchiodate al muro, necrofilia e altro, mi sa che perdevo lettori più che guadagnarne… :D

    1. Hell

      Sono io e non sono io.
      Io sono anche un personaggio di fantasia… ahahahahah :lol:

      Grazie mille. ;)

  13. google.com/profiles/10…

    bello bello.

    Le mie possibilitá di sopravvivere sono al 63%…
    Stessi problemi di Mcnab. Se avessi tempo parteciperei pure io… Per il momento continuo a leggere.

    Saluti a tutti.

    1. Hell

      Ciao e benvenuto.
      Almeno dicci il tuo nome! Vabbé che con questa apocalisse i nomi non hanno più molto senso, non trovi? :D
      Ad ogni modo, la moderazione è attiva solo sul primo commento, quindi d’ora in poi via libera.
      Grazie per essere passato di qui, e per aver letto!

      P.S.:
      Se ti sei perso il secondo capitolo, lo trovi QUI. Anzi, già che ci sono aggiungo il link anche all’articolo. ;)

  1. La solita, vecchia storia | Book and Negative

    [...] uguale. Eppure, non solo l’esperimento di Alex, il survival blog, ma anche il mio straccio di Diario dalla Zombie Apocalypse, a giudicare dagli ingressi, sta avendo un discreto ritorno. Se a questo si aggiunge che anche io [...]

  2. Chi ha paura delle Streghe? | Book and Negative

    [...] Prima di proseguire, leggi la puntata precedente… [...]

Add Comment Register



Lascia un Commento