Riflusso di coscienza, o qualcosa del genere

Gianluca Santini
Member
Come ho detto da Davide, io concordo sia con il fatto che ogni opera formi l’individuo sia il fatto che determinate opere siano molto più formanti di altre. Il fatto che io attribuisca a un libro – o a un piccolo insieme di libri, o a un film – il cambiamento della mia vita non implica necessariamente che stia denigrando i miei personali pensieri a riguardo. Il libro/film è stato ovviamente lo spunto iniziale, quello che ha generato nuove riflessioni e che in seguito ha determinato il cambiamento. Per questo posso dire “questo libro/film ha cambiato la mia vita”. Ma… Read more »
mcnab
Member

Ecco Gianluca, sostanzialmente concordo con quello che hai detto tu, solo che mi hai risparmiato lo sbatta di formulare un pensiero sensato 😀

Aggiungo che io un po’ feticista degli oggetti lo sono, che sia giusto o sbagliato non lo so, non mi son mai posto il problema.
Aggiungo che son feticista pure di oggetti non strettamente “illuminanti” (come può essere un libro), bensì anche di piccole cose che hanno una qualche forma di valore solo per me.
Un po’ come un fottuto neanderthal, è vero 😀

Lucia
Member
Se penso alle mie esperienze “formative”, mi viene subito in mente il set. Per questo ha ragione quando dici che dipende tutto dal contesto in cui nasci e cresci. Poi sì, ci sono alcuni libri che hanno influito molto sulla mia vita, addirittura mi hanno fatto compiere delle scelte. Ma le ho compiute io, perché ho riconosciuto delle cose in quei libri e li ho usati come scusa e come incentivo. Poi io sono dell’idea che se quello che leggi (o vedi se si tratta di un film) non ti modifica in qualche modo, non ne è valsa la pena.… Read more »
Fra Moretta
Member
Concordo in pieno con il tuo discorso Hell e parlando della mia esperienza sono stati fattori diversi ad influenzarmi e rendermi come sono oggi,alcuni simili ai tuoi (tipo i dinosauri e la spada laser).Ad esempio mia madre aveva ‘sto librone di fiabe illustrate dei Grimm e alcune erano raccapriccianti:in una un bambino piagnone si vede rubare gli occhi da dei folletti e deve ritrovarli,roba che all’epoca ebbe incubi per settimane ( e presumibilmente diede vita al mio interesse per il macabro).Poi c’erano anche le illustrazioni di un enciclopedia per ragazzi che aveva mia nonna soprattutto i volumi sulla storia,i Dylan… Read more »
Fra Moretta
Member

L’interesse per i vampiri deriva dalla lettura di un antologia che oltre ai classici tipo Carmilla e I Wurdalak aveva una lunga parte introduttiva dedicata al folklore e alle storie popolari sui vampiri,nonostante avessi già letto Dracula l’interesse vero e proprio mi è nato grazie a quel testo.

trackback

[…] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Fra Moretta
Member

La Tomba di Dracula lo lessi a giochi ormai fatti,ero già un appassionato di vampiri quando comprai i numeri che possiedo setacciando le bancarelle di Pavia:-)

wpDiscuz