Marilyn

17 Comments

  1. Io di calcolo narrativo ne faccio ben poco, se non a livello di tematiche. Quasi tutto il resto è ispirazione o innesco se vogliamo chiamarlo così. Suggestioni interne, più che esterne. “Foto virtuali”, immagini da cui parto per costruire tutto il resto. Raramente ho scritto senza partire da una immagine vivida formatasi nella mente, anche se sto iniziando a sperimentare processi alternativi. :) Ed è bello confrontarsi anche su questi aspetti più tecnici della nostra passione, sì sì. :)

    Ciao,
    Gianluca

    1. Author

      Interessante. Io sto subendo un processo inverso, a quanto sembra. Anche se mantengo il controllo assoluto sull’intreccio e sui personaggi.
      Certo che partire da un dettaglio e costruire intorno tutto il resto è più complesso, ma anche appagante, almeno credo. 😛

      1. Complessissimo, direi. :) Hai una singola scena, poi magari se ne forma altre intorno, e allora si ha un pochino di calcolo narrativo per riuscire a dare una tematica comune alle varie scene, e si continua a visualizzare in avanti o a ritroso per collegare le cose. Quando due cose separate si ricollegano nella mente, beh, è una figata. :)
        Per il mio spin-off di 2MM sto accumulando un sacco di suggestioni interne, spero che ciò aiuti in fase di stesura, un pochino come a te aiuta portare a cena i tuoi personaggi. E infatti non ho fretta di scriverlo, verrà più avanti proprio per poterlo guardare nella mente finché ne ho voglia. 😉

      2. Author

        Eh, ma ‘sta Marilyn è un tantino più complessa, te ne accorgerai. 😀
        Per il momento è solo voglia di raccontare e scrivere, soprattutto. ^^

  2. Secondo me sarà un bel racconto 😀
    E comunque partire da un volto noto (più che da un’immagine specifica) su cui costruire un personaggio l’ho sempre ritenuto un esercizio divertente e utile 😉

    1. Author

      Be’, è un vantaggio, specie se si conosce bene la gamma di espressioni del volto noto. Scrivere nel dettaglio poi diventa facilerrimo. ^^

  3. L’ispirazione può nascere da qualsiasi cosa, un’immagine, una canzone.
    Ancora non mi è capitato con una foto, ma la con la musica SEMPRE.
    Se mi capita, ti faccio sapere 😛

  4. L’ispirazione, l’innesco, per me sono di norma frutto o di un ragionamento ozioso o di una canzone. Mai, fino ad ora, è stata una foto a innescare la voglia di scrivere. I ragionamenti oziosi, gli “e se…”, invece, sono come fiammiferi gettati sulla benzina :)
    Quanto a Marilyn e tutto quello che finora la riguarda, già sai 😉



Leave a Reply