Il Round Robin

Gianluca Santini
Member

Anche secondo me è un’esperienza che uno scribacchino deve tentare almeno una volta nella vita. Proprio per i motivi sottolineati da te: essere costretti a scrivere con materiale non necessariamente amato, approcciarsi rispettosamente al lavoro degli altri, rispettare le scadenze e le dimensioni contenute dei capitoli.

Ora sono curioso di leggere l’articolo di Davide Mana, per vedere le sue considerazioni finali. 🙂

ciao,
Gianluca

ferruccio
Member

sì, quoto i vostri commenti, anche se tu, caro Hell, essendo l’ultimo ti sei trovato una bella gatta da pelare

ne sei uscito benissimo:-)

mcnab
Member

Concordo sulla valutazione del progetto e dei RR in particolare.
Un’esperienza non facile ma appagante a livello d’esperienza e d’interazione con altri scrittori.
Senz’altro da rifare!

trackback

[…] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

angelobenuzzi
Member

My two cents: ne valeva la pena, il che non si può dire di tante altre iniziative. Lo rifarei con lo stesso equipaggio e non pensavo di dire una cosa del genere.

wpDiscuz