23 Comments

  1. (fuori dal personaggio) Quasi sincronici, ancora! :)
    Lieto di aver fatto in tempo a leggerti.
    Oramai ti attesti sempre su livelli molto alti, complimenti (a patto di sembrare ripetitivo). Non so quanto t’importi delle regole sul “mostrare non raccontare”, tuttavia mi pare che le segui alla perfezione, specialmente nei capitoli del 2013 e del 2015. Raccontare uno scenario post-apocalittico con poche immagini non è semplice, ma ci stai riuscendo benissimo.
    Questa settimana però il mio “piano temporale” preferito è il primo, quello del 2012. Mi sono piaciuti in particolare gli episodi della King James e l’accenno ai delatori che segnalano gli infetti.

    Dunque, che aggiungere? Dovevo scriverti le due famose righe di cui ti accennavo, ma non ho fatto in tempo. Domenica, probabilmente….
    Settimana prossima la mia storia avrà un’impennata piuttosto netta. Diciamo che metterò le basi per remare poi fino al gran finale.
    Sono curiosissimo di vedere come riuscirari a cucire le tre trame (per esempio: le concluderai in contemporanea? Ne abbandonerai una?)

    Ora però devo andare. Temo che non leggerò la tua risposta prima di domani, o di domenica.

    Auguuuuuuuuuuuroni!

    1. Author

      Lietissimo che tu mi abbia letto. E grazie.
      Il mostrare non raccontare, dici? Mah, non è che ci pensi, a dire il vero.
      Io prima di scrivere le vedo, quelle scene. Non so se funziona così per tutti. Poi non faccio altro che passarle sulla carta. La prima persona, in questo, mi aiuta.


      Sono curiosissimo di vedere come riuscirari a cucire le tre trame

      Eh, lo sono anch’io… Ma in questo macellum magnum mi ci sono ficcato da solo. Vedrai che riuscirò a venirne fuori. Forse sto diventando un po’ troppo romantico, che dici?

      Ti mando una mail per gli auguri. E te li faccio anche qui.

      😀

  2. “Bowie è sempre stato un poeta”.

    Mai parole furono più vere.
    Un capitolo molto bello, romantico come sempre secondo me. Mette i brividi, in ogni senso.
    Complimenti per aver ritrovato la tua vena di scrittore, era un peccato vederla persa!
    Auguri El! (ma il prossimo anno batterò il tuo record di commenti al primo posto! tzè!) 😀

    1. Author

      Grazie, Cyb.
      Poeta, profeta, Bowie è un po’ tutto.
      Le feste tirano fuori sempre il mio lato di sognatore, nonostante tutto. La qualità dei sogni varia, di anno in anno. Ma è bello così.

      😉

  3. Beh questa virata romantica ci azzecca parecchio. E’ un romantico intelligente, non da bimbiminkia.
    Anche io questa volta preferisco il 2012. Buon anno a tutti!

  4. Ricconi cazzo, con la testa frastornata, ma già presente.
    Spero che abbiate passato tutti un buon capodanno.
    Io sono stato al mio vecchio rifugio, quello che abbandonato all’inizio del mio SB (non sto scherzando).
    Oramai la mia vita e quella dell’alter-ego si sovrappongono!

    1. Author

      @ Geppo
      Grazie e Buon Anno. Vale anche il primo di Gennaio, no? 😉

      @ Alex
      Per un attimo, ma solo per un attimo, ho creduto che avessi iniziato un’invettiva contro dei ricchi stronzi che magari avevi incontrato durante il veglione… ahahahahah

      Mi sa che in queste nostre storie c’è più autobiografia di quanto siamo disposti ad ammettere.
      E comunque noi due la dobbiamo smettere con questa sincronicità. Torni tu, torno io… non è possibile.

      😀

  5. Author

    Ah, stavo pensando che nel 2015 la rete dovrebbe essere ancora più spopolata di come appaia oggi. Altro che raduni sui blog… tsk, tsk.
    Oggi è quasi perfetta.

  6. Hai visto El? Ce l’ho fatta a passare!!
    Prendimi in giro ma io leggendo il 2012 mi sono commossa. :)
    Dal punto di vista della paura, come dice Cyb, io voto per il 2013.
    Continua ti prego!!!

    1. Author

      Uh uh! La mia Gloria Grahame personale è infine arrivata! Giubilo! 😀
      E le è pure piaciuto il racconto! Libidine.
      Dì pure che ti sei commossa per colpa/merito dei Marlene. Non me la prendo. Li ho messi apposta.
      Continuo, continuo, non dubitare.

      😉

  7. Io rimango fedele al terzo filone, quello del 2015: l’ho letto e ho pensato “Nooooo!!! E finisce così, come quando sul più bello danno la pubblicità?!? Sigh…”
    Forse ho visto troppi film di zombie e pandemie varie, ma io li ho sentiti correre quei tizi (e sono fuori dal personaggio, eh) e sono volata a barricarmi in casa! 😛

    Per il resto, ho apprezzato anch’io la virata romantica e i particolari segnalati da Alex, nonché la citazione bowiana… tutto l’insieme rende il racconto più realistico.

  8. Author

    Be’, mi piace questa distribuzione gaussiana del gradimento!
    Ognuno ha il suo filone temporale prediletto, a quanto pare.
    Di sicuro questo mi spinge a non trascurare nessuno dei tre tempi.
    Grazie per l’intervento, Aurora!

    😉

  9. La citazione bowiana, sì, ma non solo, tutti i link a musiche, video, le immagini… sono post che riempiono i sensi. :)

  10. Author

    Eh, riguardo i contenuti multimediali, non ricordo chi sul blog di Alex ha osservato, con molto acume, che in caso di conversione in eBook, questi elementi vanno irrimediabilmente perduti.
    Può essere limitante dal punto di vista della fruizione.
    Però, io ho pensato che, essendo un’idea nata sul blog e portata avanti anche nella finzione sui blog, allora fosse giusto sfruttare le potenzialità del blog, e quindi link, immagini, musiche, etc…

    Diventa molto più godibile, in questo modo. Almeno credo…

    😉

  11. Non è vero che vanno perduti! Si possono mettere tranquillamente link a siti web o, dove citiamo qualcuno di noi, link interni che colleghino i diversi capitoli.
    Gli eBook reader si connettono alla Rete, non vedo quale sia il problema.

    1. Author

      Be’, tanto per cominciare il fatto che non tutti abbiano l’eBook reader. A cominciare da me. 😛
      Però se le cose stanno così [non sono un esperto quindi ignoravo che ci fossero queste potenzialità] allora problemi non ce ne dovrebbero essere poi così tanti come credevo.

      😉

  12. Beh non che io sia espertissima eh, non ho visto molti eBook reader (ci sarebbe da chiedere a Matteo), però alcuni si connettono di sicuro.
    E per chi non ce l’ha è ancora più facile: leggi a PC, quindi…
    😉


Leave a Reply