Edward Mordake, l’uomo dai due volti