Cavour Cacciatore di Vampiri – Capitolo 8: Lo Sciacallo

Lucia
Member

Tra tutti i capitoli, questo è quello che mi ha lasciato più in sospeso. Mi sto affezionando in maniera compulsiva a Germanine 😀

Sam B.
Guest

1844 assolutamente! *O*
La cassa in cui riposa un dio, Germaine… Le ultime righe mi hanno fatto pensare “Ohibò!”. Con questa faccina: O_O
Nel sottocapitolo 1835, mi hanno colpita queste righe:
«Mi ha fatto un dono…» dice Germaine, assorta.
«Quello di non guarire mai?»
Fa cenno di no, lenta.

Germaine è un personaggio davvero particolare, molto bello.
Bel capitolo, ancora una volta.
Alla prossima 😉

Alessandro Forlani
Member

«Tu ci credi davvero in questa scienza…»
«Tu no?»

Benvenuto, Conte…

Gianluca Santini
Member

Pensavo che il pezzo del 1835 avesse un finale in sospeso, ed ero tanto curioso. Ma cavoli, con il 1844 c’è ancora più curiosità. La cassa, Germaine… La descrizione di Germaine nel corridoio è veramente bella…

Per me le mille parole funzionano.

ciao,
Gianluca

mcnab
Member

Questa volta voto 1844, assolutamente e senza riserve.
Smenra che ti sia uscito molto più sentito, naturale e spontaneo rispetto al 1835.
E la cassa… 0_0

Roberto Moretta
Member

“«Mi ha fatto un dono…» dice Germaine, assorta.
«Quello di non guarire mai?»
Fa cenno di no, lenta.”
“Mi passa le braccia intorno al collo, stringendosi, affannata. «Sta nascendo» sussurra a un orecchio.”
Ok, ora sì che sono spiazzato !

Helldoom
Member

1844.
Divinità, Anubi, scienze occulte *O*
“Se credo che Anubi mi aspetti di là del fiume per pesare la mia anima contro una piuma? ” ovvio che si 😀

zeros83
Member

Come ti ho detto anche in privato, bel capitolo, la parte migliore, per me, è Germaine che scala il muro e si apposta sopra la porta, tirando su la gonna: adoro! 🙂
Attendo il resto, la curiosità cresce! 😀

wpDiscuz