The Walking Dead – stagione 3 (ep. 7)

Marco Bango Siena
Member

“Ti terremo qui per curarti, poi riprenderai la tua strada. Nel frattempo, prova solo a fare qualcosa al mio gruppo…”
Cioè, del tipo preparare il latte in polvere che ha appena portato? Una bella minaccia presentarsi con il latte in polvere, tanto che la prima cosa da fare per chiarirsi, è mettere la mano su una ferita da arma da fuoco. Rick l’incomprensibile…

Giuda
Member

«Non m’importa quello che dici, questa scena è stata scritta male!» (cit. Gwen DeMarco / Sigourney Weaver, “Galaxy Quest”, 1999).

A me sembra che la coerenza degli autori sia andata in cortocircuito, oppure hanno i produttori sulla groppa che ripetono: «Fallo più cattivo! No, così è troppo! Adesso un po’ di tette… basta basta, pensa alle famiglie! Qui Rick deve fare il duro. Qui il Governatore si deve ammorbidire. Adesso un po’ di Andrea che è gnocca. Ora guarda in su, guarda in giù, dai un bacio a chi vuoi tu!» In condizioni del genere capisco che sia un inferno lavorare.

Max_headroom
Member

Uno dei pregi di queste recensione è che, oltre ad essere intelligentemente spassose, possono essere lette per intero, anche se la puntata non è stata ancora vista come nel mio caso (la vedrò in settimana). Piuttosto, se non sono indiscreto ma lo chiedo solo per amichevole preoccupazione, tutto bene dalle tue parti?

wpDiscuz