Crea sito

«

»

nov 02

The Walking Dead – stagione 3 (ep. 3)

Share:
Condividi

Guardavo l’episodio 3 e mi domandavo, ma non è che hanno sbagliato cast?
Perché quando si ha a che fare con Rick e soci, scatta la ridarella. Per tutta una serie di fattori, non ultima la mimica degli attori, o forse le voci, o addirittura le voci italiane. Forse più queste ultime.
Quando non ci sono costoro, e c’è Andrea e gli altri, la storia è più seria, ancorché lenta. Ma, ehi, meglio così.
Comunque, è arrivato il Governatore, che prometteva scintille.
Ora, sinceramente non ho idea di quale sia l’obiettivo degli sceneggiatori.
Mi spiego:
per i lettori del fumetto, chi sia il Governatore è ben chiaro.
Non tanto, a meno di non essere incappati in spoiler, per coloro a digiuno del fumetto.
Per cui, visto che una trasposizione cinematografica, o televisiva in questo caso, dovrebbe avere come scopo primario diffondere The Walking Dead al di fuori della cerchia di appassionati, il modo in cui il Governatore ci viene presentato è fallimentare, non lascia dubbi sul personaggio. Sin dalle prime battute si capisce che è uno stronzo accentratore che sta sempre a complottare.
Nessuna sorpresa, quindi, a livello narrativo. I ruoli sono ben chiari, laddove ci potrebbe essere una bella ambiguità.

[allarme spoilers]

***

Andrea mi mancava. Un po’ la bellezza dell’attrice, un po’ le sue contraddizioni, di quelle che ti fanno cadere le braccia a terra…
E parlando di braccia, ritorna , finalmente, Merle, il buon vecchio Merle Dixon che tanto mi piaceva nei primi tre episodi della serie, quelli che mi avevano fatto credere di avere a che fare con un prodotto eccelso.
Merle, lo ricorderete tutti, s’era tagliato una mano pur di sopravvivere, dopo essere stato ammanettato su un tetto dal buon Rick (qualcuno ha detto che Rick fa solo cazzate? Ioooo? Nooooo…), e quando parla con Andrea si toglie la protesi metallica stile Armata delle Tenebre e le mostra il moncherino.
E a questo punto, ditemi:
quanto può essere credibile la reazione disgustata di Andrea, che scosta la testa alla vista del braccio monco, durante una apocalisse zombie?
No, sinceramente.
Non ha visto schifezze molto più allucinanti? Lo zombie del pozzo, budella assortite, persino Michonne che si porta a spasso due zombie senza mandibola e senza braccia.
Ma Andrea si disgusta per un moncherino.
Gli sceneggiatori sono al di là del bene e del male. Lasciate ogni speranza.

***

Comunque, la faccenda degli zombie di Michonne, del perché se li porti a spasso, è esposta in modo credibile, finalmente. Senza trattare gli spettatori da deficienti, e la spiegazione arriva al momento giusto, facendo passare il giusto tempo.
Michonne continua a essere in tono minore, quindi non è chiaro se l’attrice sia valida o no. Risibili, comunque, le acrobazie con la katana, perché rese in CGI.
Molto carino il set di Woodsbury, ovvero la cittadina messa in piedi dal Governatore, e anche l’attore chiamato a interpretarlo mi sembra buono.
Un po’ meno il colpo di scena finale, ovvero ciò che c’è dietro la porta del Governatore. O meglio, l’idea non sarebbe nemmeno brutta, non foss’altro che il Governatore del fumetto fa di peggio, ma… come dicevo all’inizio, è un colpo di scena annunciato. Perché fin da quando è comparso, il tipo mandava segnali malsani. Gli acquari con le teste dentro sono un infodump, in pratica. Belle, ma non necessarie. Ma l’errore è a monte. E comunque non è grave come i tantissimi altri che l’hanno preceduto.
Di Rick e soci nessuna traccia. Infatti è la prima puntata in cui non sono scoppiato a ridere per un motivo o per l’altro. Mi manca T-Dog più di tutti, la sua inutilità intrinseca. Magari Merle lo prenderà di nuovo a calci.
Per fortuna ci sono gli altri episodi.

Puntate precedenti QUI

8 comments

1 ping

Vai al modulo dei commenti

  1. Marco Bango Siena

    Sarà colpa mia e della mia avversione per Andrea, ma questo episodio mi ha fatto dormire. Insomma, con gli altri quaquaraquà almeno si ride, e come dici tu bastano le loro espressioni. Andrea invece mi sta pesantemente sull… o stomaco e non riesco a farmela piacere. Mi auguro che presto ci sia un incontro/scontro tra i due gruppi e così si riderà un po’. Voglio vedere come fanno a farli incontrare, perché gli Stati Uniti, beh, sono un fazzoletto di terra no?

    1. Hell

      Non sarà difficile, ricorda che stanno girando in tondo da nove mesi. :D
      Sì, mi ricordo di questa tua avversione. Invece a me è sempre piaciuta. Ancora di più da quando Lori le ha detto che doveva fare il bucato. :D

      1. Marco Bango Siena

        Mah, forse a me stava già da quelle parti ai tempi di The Myst. Può essere?

      2. Hell

        The Mist che vanta almeno tre membri del cast di TWD… ^^

      3. Marco Bango Siena

        Mi piacque pure. Lei però aveva quell’aria di sofferenza continua, tipo sassi nelle scarpe, che non me la rende digeribile.

      4. Hell

        La verità è che ci manca Sceim. :’(

      5. Marco Bango Siena

        Infatti. è inutile che ci prendiamo in giro, è lui che manca.
        :-(

      6. Hell

        Abbracciamoci. :D

  1. bookandnegative - The Walking Dead – stagione 3 (ep. 3) - AlterVista - Webpedia

    [...] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista [...]

Add Comment Register



Lascia un Commento