The Walking Dead – stagione 2 (ep. 7)

Leave a Reply

17 Comments on "The Walking Dead – stagione 2 (ep. 7)"

Notify of

Member
4 years 5 months ago
Dopo avere sostenuto la bontà della (seconda) serie fino al quinto episodio, al sesto ho aperto gli occhi e trovato la fuffa che già altri detrattori prima di me avevano trovato. Nel settimo episodio stavo per spegnere il pc. Insomma, il veterinario è di una deficienza rara. Pensare che gli Erranti siano malati vuol dire non avere le fette di prosciutto sugli occhi, ma direttamente il maiale che te li rosicchia. Dale, non si capisce come, SA tutto. E’ veggente, intuisce le cose, sa persino cosa ha fatto Shane (l’altro idiota. Altro che leader, quello è un pazzo. Sarà sicuramente… Read more »
Member
4 years 5 months ago

Io continuo a leggere queste rece anche se non lo sto guardando, LOL!

Comunque il punto: “Si presume, quindi, che tutti i personaggi siano cresciuti in un mondo in cui, dato che è il nostro, siano stati trasmessi film sugli zombie. È mai possibile che a nessuno sceneggiatore venga in mente di far pronunciare a uno dei protagonisti, Glenn, direi, nerd a sufficienza, un richiamo a così tanta cinematografia?” è davvero azzeccato! 😀 Io in un mio racconto breve sugli zombi in effetti avevo tenuto in conto questo aspetto!

Ciao,
Gianluca

Member
4 years 5 months ago
Finalmente una puntata che ha senso. Shane è una merda, ma nell’economia della storia il suo personaggio ha senso. La famiglia Grimes; Sceriffo, Moglie Incinta e Bimbo Inutile, terrà buono il pubblico USA ma a me causa ulcere all’apparato della pazienza. Hershel, come direbbero l’ammaregani: «He’s completely delusional!», ma ci sta perché vive isolato e sembra più un religioso che un castracani. Il finale è magnifico, i nodi vengono al pettine e possiamo tirare il fiato col plot secondario della bimba sperduta che ormai annoiava e basta (e comunque, io questo finale l’ho sospettato da quando ho visto il fienile),… Read more »
Member
4 years 5 months ago

Non a caso io adoro i romanzi e i film in cui il citazionismo è fatto in maniera intelligente. Esempio: storie di vampiri in cui vengono citati importanti pellicole e libri sui suddetti succhiasangue. E’ davvero mortificante quando il classico protagonista di un teen movie horror ci mette un’ora buona a capire che ha davanti un vampiro (o degli zombie).
Dove viveva prima, su Saturno?

Guest
bangorn
4 years 5 months ago
Qualche momento lolloso c’è stato, o forse ero io che ero su di giri. 1) Glenn, che ormai sta regredendo mentalmente, strafatto di ormoni, guarda Zorra che gli fa no e poi guarda Dale che gli fa sì. Chi ascolta? Mah… 2) Dale dice che non voleva dire nulla sul fienile ma Glenn ha insistito! Che bastardo! 3) Glenn non riesce a vivere senza un cappello, ma non riesce nemmeno a lavarsene uno. Per cui cosa fa? Si fa dare il cappello di Gilligan da Dale, bello pulito… 4)Rick imita Kenshiro quando Toki e Raul se le stavano dando di… Read more »
Guest
bangorn
4 years 5 months ago
Hershel è un demente, non c’è dubbio. Sapeva che quei parassiti rimanevano lì anche per la storia della bimba, era così difficile dire che l’avevano trovata morta e già sepolta? E mi chiedevo un’altra cosa del veterinario, perché la storia delle armi è comparsa solo dopo la morte di Otis? Prima li lascia andare alla scuola armati di tutto punto (non erano persone quelle della scuola?) e poi fa la ramanzina sulle armi. Un personaggio senza colpe… Sinceramente quando l’ho visto arrotolarsi le maniche mentre andava verso Rick, credevo che lo prendesse a pugni. Sarebbe stato bello. Sono d’accordo assolutamente… Read more »
Member
4 years 5 months ago
Io però mi sono sempre chiesta, se dovesse verificarsi uno scenario romeriano nella realtà, se si accetterebbe tranquillamente la versione cinematografia dell’ epidemia zombesca. Insomma, sì, ci sono i film che ci dicono con chi abbiamo a che fare, ma la realtà potrebbe essere diversa da quella immaginata da un regista e quelli che potrebbero sono assomigliare a degli zombi romeriani, potrebbero semplicemente essere portatori di una malattia e non veramente morti. Insomma, io non credo, realisticamente, che se domani cominciassero a circolare zombi in giro per le città del mondo, tutti noi non avremmo nessun dubbio e ci limiteremmo… Read more »
Member
4 years 5 months ago

Verissimo. Infatti il vet è un personaggio scemo.
Mi riferivo a un primo periodo di panico generalizzato, in cui non si sa bene con cosa si ha a che fare e la cultura cinematografica non basta a spiegarlo. Una volta che la scienza ha ufficialmente stabilito che quei cosi sono morti, conoscendo Romero, li si chiama zombi e gli si spara in testa senza tanti complimenti 😀

Member
4 years 5 months ago
Visto che la mia grafomania è apprezzata, riprendo, perché mi sono dimenticato di commentare l’ignoranza di tutti quanti sugli zombie. Per esempio, quando Rick pronuncia la “parolina magica”, Hershel lo guarda come se avesse detto, “credo nelle fate, lo giuro, lo giuro”, e gli fa eco: «Zombie?», manco parlasse al nipotino che gli ha detto di aver visto Babbo Natale. Scusa, ma una manica di morti viventi che ciondolano in giro e ti seguono ovunque vai, tu come li chiami… punkabbestia? No. Sono malati, poverini. Hanno, che so… la dermatite, la psoriasi, la lebbra, ma non sono zombie. Nossignore, neanche… Read more »
Guest

[…] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Guest
4 years 4 months ago

L’ho finita anche io questa mezza stagione e debbo dire che è veramente veramente brutta. I tagli si fanno sentire, i personaggi son sempre più odiosi – anche se ho visto che a te, come a lucia, Shane non è dispiaciuto. Per me è invece in assoluto il più irritante, troppo caricato e falso – e l’intreccio è di una noia esagerata. Qualche cosa carina c’è, ma singolarmente presa. Il resto è davvero da buttar via, a mio parere.

wpDiscuz