Questi sono i viaggi…

Norys Lintas
Admin
Non ho ancora visto la terza e la quarta serie, però devo dire che mi trovi totalmente d’accordo;gli elementi negativi da te citati si potevano eliminare facilmente concentrandosi maggiormente, sugli aspetti più interessanti, magari omettendo la realizzazione di alcuni episodi per stagione in favore di episodi più esplicativi. Anche per la parentesi Stargate (Sg1 in primis) hai evidenziato bene i difetti più evidenti della serie, che però sono stati evitati in Enterprise… inutile dire che Stargate ha avuto una continuità e un successo maggiore di questa serie 😛 Muoio dalle risate ogni volta che leggo o vedo raccontate le gesta… Read more »
mcnab75.livejournal.com/
Guest

Ne ho visti troppi pochi episodi per dare un vero giudizio.
Però ho una concezione molto simile alla tua, quando dici: “Mi piacciono le storie verosimili, pur in un contesto fantascientifico”.
E’ poi la stessa ragione per cui non amo molto Star Wars.
Comunque “Enterprise” mi piaceva proprio perché aveva il senso pionieristo dei primi viaggi verso l’ignoto… cosa che nelle serie ambientate cronologicamente più in là, veniva un po’ a mancare (la tecnologia è avanzitissima, le “mappe stellari” quasi tutte tracciate).

Bellissimo articolo.

Izzy
Member
D’accordo con la recensione. Il telefilm aveva potenziale, poi sprecato dal delirio dei sceneggiatori. E Archer era davvero insopportabile, uno pseudo boy-scout spaziale senza macchia e senza paura che blaterava stupidaggini morali ogni qual volta lo inquadravano. Blea! Alla fin fine l’idea di spostare l’attenzione narrativa dall’universo fantascientifico ai personaggi era buona e per questo all’inizio mi aveva intrigato. Peccato che gli sceneggiatori abbiano creato personaggi super-idioti strabanali… poi, per cercare di risolvere la situazione hanno iniziato a spararle tutte e tirare fuori la carta del “umanità in pericolo”. Ma che palle! *** Ma per fare gli sceneggiatori in America… Read more »
Lapsus
Member

Bell’articolo a gre’.
M’hai fatto venì voja de recuperallo e de vedermelo, se non altro per t’pol.
Poi che te devo dì? questione de gusti. Anche e me me piace la fantascienza seria, nun me so mai piaciuti i pigiami de Star Trek e questa serie l’ho adocchiata perché almeno erano vestiti da stagnari….. ahahahahahah

ciaooo 😎

Arnold Schwarzenegger
Member

Devo dire che concordo sia con l’articolo che con tutti i commenti. La serie poteva essere non dico un capolavoro, ma comunque superiore alla media.
E’ il tipico esempio di lavoro pensato male e realizzato peggio.
Concordo con Izzy in particolare quando dice che l’attenzione è stata colpevolmente spostata dai personaggi, molto belli eccetto alcuni, al delirio più incredibile con distruzioni di massa risolte con “una pacca sulla spalla”.

shamanic-journey.blogspot.com/
Guest

Ricordo che iniziai a vederlo… e smisi dopo un paio di puntate. Non mi prendeva, non mi piaceva. E nemmeno le immagini della topolona di bordo mi hanno mai spinto a tornare a bordo di questa scialba inutile Enterprise.

Lo Stregatto
Member
Sarà che a me Star Trek mi rilassa fin da quando ero piccolo( era uno dei telefilm che mio padre si vedeva sperando di rimbecillirmi per stare tranquillo), ma a me la seri non è dispiaciuta affatto fino alla terza stagione… TUTTA l’ idea degli Xindi è un cagatone insieme alla sceneggiatura messainsieme; Archer si rivela l’ idiota completo che è( non è che in “Quantum leap lo stesso attore sembrasse un asso… forseuna scelta sbagliata già dal casting) e T’Pol , meglio non parlarne… Sulla mancata storia delle ragioni della nascita delle federazioni meglio che non si sia fatto… Read more »
trackback

[…] – T’Pol pianeta d’origine: Vulcano apparsa in: Enterprise (2001-2005) interpretata da: Jolene Blalock chi è: il subcomandante, l’ufficiale scientifico […]

wpDiscuz