Una Notte al Ghibli

12 Comments

  1. Letto tempo fa e molto apprezzato. Forse il racconto di Marolla che preferisco tra quelli che ho letto. Se non lo hai letto, recupera il suo romanzo auto-prodotto, “Il colosso addormentato”. :)

    Ciao,
    Gianluca

  2. Ottimo lavoro di Samuel, unico autore horror in grado davvero di disturbarmi durante la lettura con delle immagini che s’insuano sottilmente e non mollano la presa.

    Se ti capita, però su carta, ti consiglio La mezzanotte del secolo, oltre a quello di cui parlava Gianluca, incredibile lavoro che meriterebbe una diffusione più ampia.

  3. Eh, Marolla, io lo sostengo da sempre perché è obiettivamente uno dei più bravi scrittori di genere italiani… Se si sapesse promuovere di più sul Web… Non che sia obbligatorio farlo, ma la bravura da sola mi sa che non basta più…

      1. Sono vecchio, quindi ripeto i soliti discorsi 😀

  4. Letto e letto anche il Colosso, concordo con l’ analisi di Alex è troppo di “nicchia”, meriterebbe un altro trattamento.

      1. Entrambi i casi. Uno scrittore di horror italiano è già raro come un politico onesto e competente, abbinato poi ad una certa ritrosia a pubblicizzare le sue opere ne fanno uno scrittore di “nicchia”. Purtroppo se uno vuole autoprodursi deve impegnarsi a fare promozione su tutti i mezzi possibili.

      2. Author

        Ma infatti, non ho nulla contro la promozione online. Ci sono anche però gli aspetti contrari, le rotture etc… Ne stiamo parlando proprio in questi giorni. 😀

      3. Per è di nicchia soltanto nel senso che non sfrutta in alcun modo l’Internet 2.0
        Non è su nessun social network…

Leave a Reply