Ombre al Chiaro di Luna

Leave a Reply

18 Comments on "Ombre al Chiaro di Luna"

Notify of

Nick
Guest
Nick
5 years 9 months ago
Howard è stato uno dei primi scrittori di genere fantasico che abbia mai letto.Credo che anche le sue ingenuità facciano parte del suo fascino(e di quello di Lovecraft e di Ashton Smith).Ma è l’intera generazione di scrittori di Weird Tales che è stata irripetibile.La nostra fortuna è stata che la maggior parte dei suoi disegnatori da Barry Windsor Smith a Buscema sono riusciti a conservarne in gran parte il fascino. Io magari trovavo più elegante l’era Hyboriana di Smith,ma è solo un parere personale. Ed anche le nuove versioni Dark Horse mi sembrano ottime. Piuttosto sarebero da riscoprire anche gli… Read more »
Keyem
Guest
Keyem
5 years 9 months ago

Capisco il fascino che può derivare da questo tipo di racconti e dall’arte tratta da essi.
Io non ho mai letto Howard e gli altri scrittori del periodo, ma credo che siano letture leggere da riscoprire.
Mi piacerebbe, però, che tu raccontassi qualcosa sull’autore. A quanto ho capito era un tipo singolare. 😀

Nick
Guest
Nick
5 years 9 months ago
M’interessa il discorso sugli scrittori e sulle classificazoni in generi. E’ una discussione che ogni tanto torna,l’ultima volta con la morte di Ballard. Se si tratta di un discorso di ghettizzazione allora penso che siamo tutti d’accordo:non esistono scrittori di serie A e scrittori di serie B.Se uno è bravo è bravo sempre sia che scriva trattati di filosofia sia che scriva fantascienza od Horror. Se si tratta invece di una semplice opera di classificazione allora non credo che ci siano particolari problemi a definire,più che gli autori le opere scritte. Nel caso di Howard sicuramente era un autore che… Read more »
Nick
Guest
Nick
5 years 9 months ago
Si.E’ una discussione che potrebbe continuare all’infinito. La cosa più vicina ad una relazione che R.E.H abbia mai avuto è stata la sua “amicizia” con Novalayne Price,che tra parentesi, credo ci abbia anche scritto un libro sopra.Ma l’unica donna della vita di Howard poteva essere solo la madre con cui aveva un rapporto che sfiorava la sudditanza.Gli unici amici che aveva come Lovecraft e gli altri scrittori di Weird Tales praticamente non li incontrò mai,con la sola eccezione Di E.Hoffman Price(a cui comunque diede prova della sua paranoia quando parlava dei suoi concittadini). Quindi aveva un idea dell’amore e dell’amicizia… Read more »
Pietro Guarriello
Member
5 years 9 months ago
Eccovi un dettaglio poco noto della vita privata di Bob Howard… REH attaccato morbosamente alla madre? Suicida perché questa stava modendo? Dicerie, al massimo. Volete sapere la verità? Eccola: REH si tolse la vita per una delusione amorosa, dopo che Novalyne Price, la sua “ragazza”, lo smollò per mettersi insieme a Tevis Clyde Smith (http://en.wikipedia.org/wiki/Tevis_Clyde_Smith?oldid=0) il suo migliore amico. REH aveva un senso dell’onore e dell’amicizia fortissimo, e non ha retto. Una personalità fragile dietro un corpo da gigante. Si è sentito tradito da tutti, da quella che considerava la sua “fidanzata”, dal suo migliore amico, dal mondo intero. Era… Read more »
Nosferatu
Member
Nosferatu
5 years 9 months ago

Bell’articolo, come sempre, e interessantissima discussione. Non posso aggiungere molto, però ti esorto a scriverlo quest’articolo su Howard.

Due cose:

1 – hai detto che non volevi aggiungere niente all’interpretazione dei racconti. Ma qualcosa di nuovo e interessante mi sembra che l’hai scovato, tipo l’aspetto dell’imitazione e della finzione generale dei protagonisti e dell’isola stessa

2 – Che c’è di vero in quella storia, se non sbaglio da te citata nell’articolo su Conan film, che Howard vedeva dietro di sè il Cimmero che lo obbligava a scrivere?

Grazie

Nick
Guest
Nick
5 years 9 months ago

Mi piace molto il senso dell’intervento di Pietro Guarriello.Per un appassionato del periodo di Weird Tales come me è sempre un piacere conoscere nuovi elementi(o nuove chiavi di lettura)sui “moschettieri” di quella rivista.Mi piace molto anche il lavoro che sta facendo sul materiale Lovecraftiano e quindi ne approfitto per ringraziarlo(sto cominciando a leggere Studi Lovecraftiani dopo un mio colpevolissimo ritardo)
Sull’aneddoto di Howard che scriveva “avvertendo la presenza” di Conan,ricordo male o ne ha parlato Howard stesso in una delle sue lettere o mi sto confondendo?
A questo punto mi sa che l’articolo su Howard sia non solo necessario ma doveroso-)

Pietro Guarriello
Member
5 years 9 months ago
Grazie Nick, è sempre un piacere conoscere altri appassionati dell’epoca d’oro di Weird Tales. Oltre a Studi Lovecraftiani, ti posso anticipare che sto preparando due grosse raccolte antologiche con inediti di Frank Belknap Long e Donald Wandrei, due grandissimi scrittori di WT da noi ancora poco conosciuti. Quanto a REH che “avvertiva la presenza” di Conan, ne parla lui stesso estesamente in alcune lettere scritte a Clark Ashton Smith, dove afferma che il personaggio si materializzò nella sua mente quasi per magia, soggiogando la sua volontà e “costringendolo” a scrivere le sue storie. I racconti uscivano di getto dalla macchina… Read more »
trackback

[…] articoli “a fumetti”: Chiodi Rossi Ombre al Chiaro di Luna Red Rain […]

trackback

[…] correlati: Chiodi Rossi Ombre al Chiaro di Luna Conan il […]

trackback

[…] il Barbaro (film) Al di là del Fiume Nero Ombre al Chiaro di Luna Chiodi Rossi Conan il Vagabondo […]

wpDiscuz