WARRIOR (2011)

Lucia
Member

Io credo, ma forse sono tra i pochi a pensarlo, che per certi film un eccesso di retorica e sentimentalismo sia necessario. Il modello è Rocky, che non si è mai vergognato di premere sulla commozione anche facile e un po’ ricattatoria. Però funzionava proprio per la sua mancanza di pudore. L’ esaltazione e l’ identificazione venivano facili.
Oggi, oltre a cercare di scandagliare in profondità personaggi che forse non ne hanno bisogno, ci si mantiene freddi, ché commuovere pare brutto.

CyberLuke
Member

Uhm… peccato, un pensierino ce l’avevo fatto (e comunque, mi ero perso anche Fighters).
Ad ogni modo, la saga di Rocky non si batte.

mcnab
Member

E dire che sono stato vicinissimo ad andarlo a vedere al cinema…

Elio
Guest

Uh, l’hai recensito pure tu. Ovviamente d’accordo col giudizio nel complesso negativo. A me son piaciute, però, ancor meno cose. E però i 20 min di mazzate, salvo l’ultimo scontro, mi hanno preso abbastanza, direzione degli stessi compresa.

Ma parliamo dei “ti voglio bene urlati sul ring”, maledizione…

trackback

[…] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Gianluca Santini
Member

Ok, mi basta quello che ho letto qui per decidere di lasciar perdere chi mi dice di guardarlo “assolutissimamente”. -_-

Ciao,
Gianluca

wpDiscuz