Vertigo e l’eterno ritorno

Coriolano .
Member

E oltre l’eterno ritorno mi viene in mente un’altra possibile analogia con Nietzsche, il quale però ammetto di conoscere solo di sfuggita, ed è che la protagonista da ingranaggio del complotto, alla fine ne diventa vittima, perché entrata troppo nella parte, ma si potrebbe anche dire che in un certo senso:
“ha guardato troppo nell’abisso, e alla fine l’abisso si è riflesso in lei”.
In modo curioso si potrebbe sostituire abisso con specchio, e la cosa funzionerebbe anche meglio.

LorenzoL
Member
Bellissimo chiarimento al film, grande analisi. Un film che ho visto almeno 50 volte. La cosa eccezionale di questa lettura è il fatto che è trascinante e ISPIRANTE in maniera magistrale. Un tuffo nel gorgo più intimo di Vertigo e in noi stessi. Leggere il pezzo mi ha fatto sentire, tanto per darti un’idea, come durante la visione del film “Triangle”: dentro di me e dentro “il mondo”. E poi mi piacerebbe proporti un’idea. Una cosa che mi era venuta in mente giorni fa a proposito dei commenti letti in giro sulla chiusura del blog di Davide Mana. Questa l’idea:… Read more »
mcnab
Member

Un super-blog… tipo le fusion di Dragon Ball?

beppeiaf
Member

Figo!
Come una cooperativa

Kara Lafayette
Member

Supermegagigasuperstar!

wpDiscuz