INSIDE OUT

subsire
Member

Che dire se non… bellissima recensione, concordo su tutto, grazie di averla scritta 🙂

E fortuna che ne ho lette altre che parlavano bene di questo film, perché le ultime annate Pixar non erano proprio state spettacolari e sia il trailer che tutto il marketing attorno a Inside out non mi avevano entusiasmato e avrei rischiato di perdermelo…

P.s. Sulla voce di Malika Ayane hai ragione, sui giochi di parole non so bene dovrei provare ad ascoltarla in originale.

Giuda
Member
Mi ha fatto riflettere sul valore della tristezza e l’importanza della malinconia, le interazioni tra le emozioni e il mondo di gestirle. Ho letto in giro commenti che parlano di psicologia d’accatto ma in realtà si tratta di concetti base, che comunque non sono poi così noti e diffusi, quindi le trovo obbiezioni che lasciano il tempo che trovano. Immagino Rabbia e Disgusto che elaborano pensieri snob nelle menti di questa gente. Ecco, di Inside Out mi piace anche questa rappresentazione, il modo in cui illustra la mente in modo divertente, regalandomi uno strumento in più per visualizzare i ragionamenti… Read more »
sommobuta
Member
Io rimango del parere (soggettivissimo e personalissimo, ovviamente) che la Pixar la vetta l’abbia raggiunta prima con Gli Incredibili, poi proprio con Wall-E. Per quanto mi riguarda, il primo, dal punto di vista della de-costruzione della figura del supereroe, se la gioca con il Watchmen di Moore. E sotto molti aspetti, lo “supera” pure, come messaggio di fondo. Wall-E per me rimane il capolavoro assoluto, fare un film d’animazione praticamente “muto” per più di un’ora era un’impresa titanica. Inside Out credo che sia sicuramente il film più ambizioso e complesso in assoluto, dove la complessità del messaggio e del “meccanismo”… Read more »
wpDiscuz