Fantasmi da Marte (2001)

mcnab75.livejournal.com/
Guest

Film controverso, hai ragione. Ha grande potenziale, ma ne spreca buona parte.
La prima scelta sbagliata è quella di un frescone come Ice Cube nella parte del duro. Prova a immaginare Wesley Snipes al suo posto. Già il film cambia. La Henstridge l’ho trovata molto più a ruolo (no, non lo dico solo perché ne ero innamorato…).
Peccato per le atmosfere mal miscelate: spaghetti westerns, zombie, fantarcheologia. Tutta roba sopraffina, ma sbattuta in un frullatore difettoso.
Tutto ciò ha dato vita a una pellicola comunque godevole, ma per molti vecchi pacchiana.

mcnab75.livejournal.com/
Guest

“versi”, non “vecchi” :-O

CyberLuke
Member

Lo dico senza mezzi termini: è il punto più basso della carriera di Carpenter.
Doveva essere ubriaco quando ha girato Fantasmi da Marte: dite un difetto qualsiasi, questo ilm ce l’ha.
Ricordo che ero al cinema e non volevo credere ai miei occhi e alle mie orecchie.
E ve lo dice uno che ha adorato perle come Dark Star, Il seme della follia ed Essi Vivono.

Nosferatu
Member

Bell’articolo! Secondo me Fantasmi da Marte non è malaccio. Il punto più basso della carriera di Carpenter rimane Fuga da Los Angeles!
Su Ice Cube credo chiunque sia d’accordo. E’ inconcepibile come sia riuscito a fare la carriera che ha fatto, ora in declino.

arrivederci

Norys Lintas
Admin

Carpenter & Co potevano scegliere il cattivo tra, un biondo ariano perfetto che ride sempre (perché si sa i cattivi ridono…) o un rapper nero con un nome d’arte ridicolo, che non fa paura a nessuno…
Alla luce di tutto ciò, come poteva Ice Cube, restarne fuori :D?

Comunque nonostante le varie cavolate, apprezzo ancora questo film.

shamanic-journey.blogspot.com/
Guest
Un ricordo terribile. Serata con amico appassionato di horror e sbavo per ultimo film di Carpenter in vhs? dvd? boh qualcosa del genere… Dopo mezz’ora di visione, disgusto totale, noia, sonno puro. Ho resistito solo fino alla fine perché Carpenter mi ha dato dio/satana in un contenitore di vetro, Sutter Kane e tutti i Kurt Russel di cui avrei mai potuto aver bisogno. E ricordo anche lo stupore leggendo molta critica positiva, da chi ne capisce più di me, che lo citava appunto come ottima commistione di generi, esempio di sci fi western… Nemmeno la visione di “Memorie di un… Read more »
Sciamano
Member

volevo fare anche io una rece del film in vista di “The Ward”. Bella rece ma anche io sono uno di quelli che ha apprezzato il film!
total western.
Il punto più basso di Carpenter?…mah, forse “il villaggio dei dannati”…..

trackback

[…] stato gentile, ma inflessibile nei suoi riguardi, soprattutto verso alcuni dei suoi lavori (leggasi Fantasmi da Marte) che proprio eccezionali non sono. E non è solo questione di affetto, quello che mi porta a essere […]

trackback

[…] che io ho amato molto Fantasmi da Marte. Ricordo che non fu trattato benissimo, ma io ne posseggo un buon ricordo. Forse Carpenter non […]

wpDiscuz