Dietro le quinte di Ghostbusters

strategieevolutive.wordpress.com/
Member

Credo che l’espressione “proton pack” fosse stata usata solo nella pubblicità del primo film – “We treat your ghost to a proton pack toast”.

Per il resto, rimane un film straordinario.
E qui rivolgo un pensiero alla compagna del liceo che ne uscì furiosa, definendolo “una mediocre copia de L’Esorcista, che non riesce a far paura e a tratti fa addirittura ridere.”
Era il 1984, non esisteva internet.
Oggi, probabilmente, avrebbe un blog di cinema 😉

Poggy
Member

Direi che il numero di scene improvvisate dia l’idea – paradossalmente – del livello di professionismo altissimo che aveva questa gente… chapeau. E sì, impossibile essere stati bambini negli anni ’80 e non portarsi Ghostbusters nel cuore. A volte mi chiedo se sia solo nostalgia, ma anche sforzandomi di essere obiettiva mi sembra rimanga un decennio insuperato per il cinema fantastico, in tutte le sue accezioni.

wpDiscuz