Siamo tanti, piccoli blogger

12 Comments

  1. Dai, guardiamo il lato positivo: il nostro paese è talmente incartapecorito e prevedibile che le lamentele di ieri vanno bene anche per oggi XD
    No, a ripensarci non è per niente positivo.
    E mi fa incazzare non poco.
    Domani dico la mia, ma intanto… bravo come sempre, Hell. 😉

    1. Author

      È il lato paradossale della questione. A gennaio ho scritto un post che va bene anche a Ottobre. E andrà bene anche quando il prossimo professionista sparerà a zero contro i blogger.

      Sì, a pensarci c’è da ridere. 😀 😀

    1. Author

      Be’, non essendo stipendiati, risparmiamo su acqua e sapone. I Signori della Fuffa. 😀

  2. Una cosa non riesco a capire, nonostante tutto: siamo freelance non pagati, non ci appoggiamo a nessun potere forte (nemmeno a quelli deboli), non rubiamo il mercato a nessuno perché tendiamo a crearcene di nostri. Allora perché continuano a tirarci in ballo?
    Non andava di moda attaccare le caste, quelle vere?

    1. Author

      L’unico modo in cui lo spiego è perché, evidentemente, ci temono. Non ha senso attaccare la Croce Rossa, altrimenti. 😉

    1. Author

      Sì, ma per me è anche ingiusto lasciarli parlare senza reagire. Almeno una tantum, le cose vanno chiarite. 😉

  3. L’annunziata li critica, ma ne sfrutta 600. Mentre nel resto del mondo ci si guadagna.
    Gli autopubblicati nel resto del mondo guadagnano con ebook e progetti simili a 2MM o SB, mentre qui vengono scherniti quasi da tutti.
    Sarà che qui sono rimasti all’età della piatra? (Non parlo dell’ultima affermazione, che trovo semplicemente assurda).
    Poco meno di un anno fa, prima di iniziare a bloggare, non avevo idea di tutto questo astio che c’era in giro, tutt’ora non ne capisco il motivo.
    Che vadano a quel paese ^_^




Leave a Reply