Normali Esercizi di Scrittura – versione 2.0

Nosferatu
Member
Buongiorno a tutti! Inizio subito col dire che, se mi vedete attivo a quest’ora mattutina è perché, seguendo i consigli del diacono Frost in quel gran bel film che è “Blade”, ho cosparso la mia pelle rugosa con una crema solare, che mi garantisce una certa autonomia in orari precedentemente a me non confacenti. Per quei “pochi” che non mi conoscono e che si staranno inevitabilmente domandando chi io sia, rispondo che sono una vecchia conoscenza nel forum di codesti signori nostri ospiti. Ma ora, dopo le presentazioni, veniamo a noi. Non ho avuto modo di visionare le restanti pagine… Read more »
Koros
Member
Boss io non riesco a non leggerti. Credo che se scrivessi semplicemente la lista della spesa io la leggerei comunque……….. 😛 Però, visto che se ne parla tanto in giro e che con il secondo film se ne riparlerà anche di più mi chiedevo dove si possono collocare i libri della Meyer? Appartengono ad un genere preciso? E’ letteratura commerciale o cosa? E quando un libro rientra nella LETTERATURA di serie A? Pensando al pubblico, in effetti è abbastanza sensato che le major editoriali producano soltanto libri che sono sicure di vendere, però che tristezza. Io però non generalizzerei. I… Read more »
Lapsus
Member
Scusate ma qua c’è da dì na cosa molto semplice. Qua co ‘sta storia che tutti possono fa tutto grazie a corsi e manuali se sta a diventà matti. La gente deve capì che nun se diventa no scrittore dopo aver letto quei manuali idioti “de bella scrittura” o “de scrittura creativa”. Non tutti possono fa quello che vojono in vita loro e soprattutto aspettandose er successo assicurato. Se vengono pubblicati libri così così è tanto per comincià perché gli editori so sicuri de vendere, e infatti vendono a strafottere. Se è morale o no, nun lo so. Però l’intento… Read more »
Koros
Member

@ Lapsus
Guarda, ti do ragione. Esistono manuali e corsi su qualsiasi cosa, è uno dei vantaggi dell’informatizzazione, peccato però che a molti non sia chiaro il concetto che il manuale o il corso non ti assicura l’abilità che vende. Studio un manuale di scrittura e dopo so scrivere? Non credo.

black kisses
K.

Nosferatu
Member
“Gentile da parte tua rischiare la vita in questo modo solo per un commento!” Non c’è di ché. Neppure io credo che la letteratura di genere sia automaticamente vile, ma è la quantità a caratterizzare l’insieme. Se c’è in giro della robaccia, inevitabilmente essa contagia tutto il settore. @ Koros Contieniti, te ne prego. La situazione si sta facendo penosa. Credo che mi farò vedere in giro più spesso, così potrai pensare a me come ad una valida alternativa. C’è ancora qualcuno che legge i libri di Stephenie Meyer? Mi rispondo da solo: purtroppo sì. I lettori sono sempre importanti… Read more »
Arnold Schwarzenegger
Member

Che cattivo che sei. I manuali sono fatti apposta con l’obiettivo di far sentire il mondo alla portata di tutti e di tutte le tasche, soprattutto. Sono una droga demagogica.
La cosa davvero penosa è che la gente ci crede sul serio all’efficacia di ‘sti libri.
Qualcuno potrebbe affermare che se quello che ho appena detto fosse vero, i manuali di geometria e matematica non avrebbero alcuna utilità, ma… qui sta il bello! Caso strano, la matematica si riesce a impararla, l’arte no.

Koros
Member

In realtà ha ragione il boss. i manuali danno solo direttive dalle quali si deve in teoria trarre giovamento. Ma per alcuni sono l’unico modo di vedere le cose.
Mi piacerebbe sapere quanti scrittori ormai noti hanno studiato da manuali di scrittura quando stavano imparando il mestiere…………….

😎

wpDiscuz