Ciò che facciamo in vita

Gianluca Santini
Member

Facciamogliela sentire. 😉

Massimo Mazzoni
Member
La puntata di Masterpiece l’ho vista ieri sera, la prima non l’avevo vista, così la curiosità ha preso il sopravvento. In sintesi è un reality sulla scrittura! Dopo questa acqua riscaldata, va detto che io i reality a volte li seguo per sentirmi meglio e avere un’innalzamento di autostima, visto il confronto con la varia umanità(della quale non sono così sicuro) che vi alberga. L’affermazione di De Carlo mi ha dato parecchio fastidio, visto come ha liquidato il ragazzo, bilaureato, appassionato di alchemia e come hanno respinto, più avanti la tipa dell’elefante di Annibale. A parte il Serbo che ha… Read more »
Giuda
Member

Sarò illuso e infantile, ma trovo chi denigra con sufficienza il fantastico una persona triste, noiosa e priva di immaginazione. Che senso ha poter accedere a uno strumento come questo, che può creare mondi e raccontare storie straordinarie, e non usarlo? È come avere l’auto e non guidare, le ali e non volare, le pinne e non nuotare o il cervello e non pensare.

ferruccio
Member

Trovo ridicolo chi denigra la letteratura e tutte le forma d’arte. Ma il soggetto in questione mi sembra solo un misero essere che cerca di portare acqua al suo mulino

mcnab
Member

Mi ero ripromesso di non parlare mai di quella schifezza di Masterpiece, ma alla fine hai ragione tu: tacere del tutto è come diventare complici di questo sistema allo sfascio. Allora ben vengano i post come i tuoi.
Io per ora mi sono limitato a spostare la discussione su Facebook, ma se va avanti così prima o poi esplodo a mia volta XD

narratore74
Member
C’è una cosa che il buon De Carlo forse non ha preso in considerazione: il “fantastico” riesce, proprio grazie alla sua natura, a sviluppare concetti e riflessioni ben più profondi di quanto non faccia invece la storiella, ormai ritrita, del ragazzo incompreso, della famiglia sfasciata e chi più ne ha più ne metta. Sminuire il fantastico, equivale a sminuire la scrittura, da sempre frutto dell’immaginario e non di articoli rubati ad un quotidiano. Il brutto è che, De Carlo a parte, in molti attuano questa linea di pensiero, al punto che in itaglia non si vede un catso di film… Read more »
trackback

[…] tre: citando il mio amico Hell, noi siamo la […]

likeedwood
Member
Per cominciare salve. Mi vedo costretto a commentare, mi chiedo come mai in questo caso quando, non sarebbero mancati ben altri casi in, con piacere avrei dato i miei due cent, invece, masterpiece… così abuso dei privilegi di essere un blogger (gente pericolosa stì blogger, gente da far west, da regolamentare con patente e libretto) mi loggo in un amen e mi/ti/vi chiedo: ma perché dovremmo arrabbiarci, perché dovremmo issare il jolly roger? Certe cose si sanno, il fantastico è per i bambini, la fantascienza per gli sfigati brufolosi, l’horror per i disadattati, cose risapute, e allora perché dichiarare guerra… Read more »
strategieevolutive.wordpress.com/
Member

Perché come disse la buonanima di Isaac Asimov, “Se una cosa mi piace le uso la cortesia di prenderla sul serio”.
Se il genere versa in condizioni pessime è anche perché un sacco di appassionati per vent’anni hanno reagito con una spallucciata e con chemmen’importa, tanto io… e poi mettiamoci l’alibi che ci pare.

marco melillo
Member

c’è da dire che il genere versa in condizioni pessime *in Italia*
ma l’atto stesso di leggere è alla canna del gas, temo. e un programma del genere infatti mi pare rivolto a chi si ciba di catodico più che di parole scritte a macchina

e poi qualcuno una volta l’aveva confutata punto su punto la tesi per cui certa roba era noiosa complicata e morta da trent’anni, e con delle pezze d’appoggio niente male 🙂

trackback

[…] Germano M. (AKA Germano Hell Greco) – Ciò che facciamo in vita […]

Limbes
Member

Be’, per Robert A. Wilson l’unica forma di letteratura contemporanea è la fantascienza. Immagino sia una questione di paradigmi. O di provincialismo.

trackback

[…] ché la narrativa non fa per voi. *** Altri sull’argomento: Alessandro Girola, Germano M., Valentina Coscia, Marina Belli, Sommobuta, Davide Mana, Athenae Noctua, Madonna […]

wpDiscuz