Ancora una cosa, l’ultima, sui blogger

42 Comments

  1. Ottimo! Fai bene a mettere il tasto donazioni a maggior ragione visti tutti i discorsi fatti :) Sarà sicuramente una buona spinta verso la direzione che molti di voi stanno sostenendo 😉 Confesso che devo ancora leggere i tuoi ebook (e mi sa pure che è la prima volta che commento il blog.) ma presto lo farò! E in caso non mancherò di supportarti 😉 Buona fortuna!

  2. C’è il pubblico e il mercato, chi vivrà vedrà. Da parte mia ti ho già detto che “ricomprerò” volentieri GfH.

    1. Author

      E io ti ringrazio ancora una volta.
      Ma lo avrai capito, lo scopo di questo post è mettere la parola fine. Basta discussioni, ora si agisce. 😉

  3. Ottimo e in bocca al lupo.
    Ho seguito attentamente, anche se dall’ombra, tutta la questione. Posso solo dire che apprezzo particolarmente chi, alla fine e dopo tante discussioni, prende una posizione (E’ quello che feci io un paio d’anni fa, decidendo di non regalare più i miei eBook). Cercare di cambiare qualcosa per non cambiare nulla non ha molto senso. Che questa esperienza sia positiva o meno, te lo dirà solo il tempo, comunque in me troverai sempre un lettore.

    1. Author

      Ti ringrazio molto. Vuol dire tanto.
      Come hai detto tu, come ha detto Bruno, le cose si stabiliranno dopo, una volta fatte. Per il momento, è un buon inizio.

  4. Sai come la penso e mi conosci, quindi non posso che essere d’accordo!
    E se metterai quel tastino, sarò fra quelli che lo pigeranno! 😀

    1. Author

      Sì che lo so.

      Guarda, la cosa che mi ha lasciato più perplesso è l’acrimonia di certi commenti. Si trattava solo di un discorso ipotetico, nato con toni scherzosi sul blog di Sommobuta, onde per cui occorrevano risposte sincere, ma si supponeva anche rilassate. Invece ci siamo trovati di fronte a un assalto frontale, come se stessimo facendo una rapina.

      Vabbé, le cose comunque, da queste parti continueranno in questo modo. Mi sembra un ottimo compromesso, no?

  5. Io sono intervenuto molto poco in questi giorni perchè le problematiche del mio mondo reale mi hanno risucchiato fuori dalla rete.
    Mi sono comunque fatto la mia opinione sull’ intera faccenda e che comunque condanna sia le affermazioni lucioannunziatesche che l’ ipocrisia e l’ acrimonia di tanti commentatori braccinocorteschi anche se mi ha sorpreso anche, per cosí dire la sorpresa da parte di alcuni per il fatto che esistano personaggi cosí.
    Scusa il pessimo gioco di parole …e anche la sinceritá. :)
    Sono convinto che l’ unico modo per combattere entrambe le cose sia l’ atto pratico,quindi…tu vai avanti cosí.
    Ed il giorno che c’ incontreremo amico mio sará un piacere offrirti una birra e pagarti personalmente non dico uno ma tutti i tuoi book giá usciti.
    Il mio personale sasso nello stagno.

    1. Author

      In realtà non è stata una sorpresa, non per me almeno. Non mi aspettavo soltanto l’acidità, ma d’altronde, le cose stanno così, meglio saperlo.
      Mi spiace dei casini che stai affrontando.
      E mi auguro che tu li risolva quanto prima. Sarà un piacere incotrarti in futuro. 😉

  6. <blockquote cite="
    continuerò a pubblicare eBook gratuiti.
    E proverò anche a venderli. Il fatto che voglia diventare autore indipendente non è una fandonia, tanto meno una moda del momento.
    Ci credo, ne sono convinto, voglio provarci.
    Naturalmente, nel caso debba vendere, mi impegnerò dieci volte di più per garantire che il prodotto sia di qualità."

    1. i tuoi prodotti sono di qualità anche adesso, non lo dico da fan di Marylin, ma da lettore generico.
    2. hai il sacrosanto diritto di provarci – a venderli intendo – e il sacrosanto diritto di riuscirci
    3. metti quell’accidenti di tasto donazioni o mi presento sotto casa tua con 5 euro in mano (ma poi non vado via più e ti schiavizzo fino a che non scrivi L3, L4, L5… Ln)

  7. Ora che abbiamo compreso un pò meglio la situazione possiamo andare avanti a testa alta.
    Il sostegno (più morale che economico, ma il secondo crescerà pian piano) non ci mancherà. 😀
    Avanti tutta, continua a scrivere, e metti quel dannatissimo tastino per le donazioni <3

    1. Author

      Sì, il tempo di fare una nuova carta, perché ho sentito che la postepay e paypal litigano. E di inserire il widget.
      Grazie mille. 😉

      1. Intanto crei l’account Paypal, la carta ce la metti in un secondo momento, non dovrebbe essere nemmeno strettamente necessaria

      2. Author

        Vedrò, comunque la decisione è presa. 😉

  8. Era ora! E’ una vita che volevo dirlo, in particolare a te, ad Alessandro e a Davide. Fosse pure un euro gli ebook dovete farli pagare, se non altro perché qualcuno possa piratarli.

    1. Author

      Che è una prospettiva irritante. XD
      Però, visto che venderò cose in inglese, per la maggior parte, al massimo gireranno le traduzioni pirata (in pdf!!). Da un certo punto di vista vuol dire che sarò apprezzato, anche se in maniera contorta. 😀

      1. Se ti fanno le traduzioni pirata vuol dire che sei famoso.
        Intanto passa tutto a pagamento, qualcosa in più se sono PDF 😉

  9. Germà, poi quando metti il tastino delle donazioni, e cominciano ad arrivare, fammi un fischio: programmiamo insieme un post polemico sul fatto che sono tassate al 40%! XD

  10. Se qualcuno fa il tirchio, prova a dirgli che sono donazioni, e che se fanno i bravi gli fai la ricevuta. Così la portano al commercialista e la possono detrarre (o dedurre, non ricordo in questo momento) dalle tasse 😀
    A parte gli scherzi, son cose che vanno fatte. Una bella smossa a questi rintronati che non apprezzano nulla e vogliono tutto gratis.

    1. Author

      Io vorrei chiarire innanzitutto quest’aspetto delle donazioni. Anche perché ultimamente sono tassate persino le donazioni tra parenti oltre una certa somma.
      Voglio dire, se per un euro di donazione rischio una multa di duecento, meglio pensarci. ahahahah XD
      Comunque, dai, scherzi a parte, mi sembra una mossa doverosa.
      Ma non solo vogliono tutto gratis. In qualche maniera reagiscono come se fosse loro tutto dovuto. Come se ti stessero facendo un favore a visitare il blog o a scaricare i racconti gratuiti.

      😉

      1. Una telefonata al commercialista, non farebbe male. Io per le royalties del libro, ci devo pagare le tasse, quindi presumo che lo si debba fare anche se si ricevono compensi per il blog. E da quello che so, la parola OMAGGIO, nel caso di donazioni in buoni e beni, non è così comoda da gestire. Io non posso far un omaggio a un cliente per non divenire evasore fiscale. Roba complicata 😉 Italian style

  11. Arrivo ultimo e dico qui quello che ho detto altrove.
    Il fatto che tutti si siano concentrati sui soldi un po’ mi delude.
    I soldi sono un mezzo (ma spesso nel nostro paese ce ne dimentichiamo).
    Il vero punto della questione, per me e credo per molti altri, è che non si riconosce all’attività del blogger la dignità di lavoro, inteso come dedizione, fatica, passione, e competenza.
    Se ti posso leggere gratis ti leggo, de devo pagare ne faccio a meno e la mia vita non cambia che è in sintesi il ritornello che tanti, tantissimi hanno ripetuto, tradotto in italiano significa Non rispetto il tuo lavoro.
    È anche un segno palese che la nostra attività di blogger è fallita – noi scriviamo, come chiunque scriva, per cambiare la vita di chi ci legge.
    Ed è ciò che facciamo, ogni giorno.
    Non perché siamo santi o missionari, ma perché siamo egocentrici arroganti convinti di poter cambiare la vita delle persone, e l’idea di poterla cambiare ci eccita, ci diverte, ci gratifica.
    Quando ti sbattono in faccia che sei come le noccioline gratis che il bar mette sul bancone all’ora dell’aperitivo, se ci sono le mangio, se non ci sono chissenefrega, mica son qui per le noccioline, un po’ ci si sente avviliti.
    Ma non è una questione di soldi.
    Se fosse coi soldi che si esprime rispetto, e considerazione, che si riconosce la dignità, non ci sarebbe categoria più rispettata e considerata, più dignitosa delle puttane.

    1. Author

      Che poi è il concetto che ho espresso con la medesima parola: dignità.
      L’uno non vale l’altro, e se c’è gente che ci segue ogni giorno un motivo ci deve essere, ovvero si diverte a leggere noi e non altri milioni di blogger.
      😉

  12. Ottima scelta, ho postato la mia opinione l’altro ieri e sostengo volentieri chi si fa in quattro per offrire post interessanti su blogs di qualità. :) Adesso devo solo alzare le chiappe e abilitare il PayPal sulla mia carta, poi sarò un tuo azionista. LOL

    1. Author

      😀
      Sì, è anche un sistema carino per premiare il blogger quando fa un articolo di qualità superiore. Altrimenti, davvero, diventa un monologo in cui si ha la netta sensazione (io l’ho avuta spesso) di parlare al vuoto, che non ti ascolti nessuno.




Leave a Reply