Il Mostro della Laguna Nera (1954)

mcnab
Member
Capolavoro, non capolavoro… fai bene a non abusare della definizione e a sostituirla con “eleganza”, che è poi sinonimo di fascino. Questi vecchi film sono tremendamente belli ma, ammettiamolo, vedendoli oggi ci sono ingenuità che fanno sorridere. Però vanno presi nel loro contesto. Per quei tempi erano avveniristici, coraggiosi. Il mostro della laguna nera denota poi una trama semplice ma non stupida. Ossia che non prende per il culo gli spettatori, passatempo in voga oggi tra molti registi. Non è un capolavoro ma fa parte della storia del cinema. Per buona pace di chi ritiene horror e fantascienza dei corollari… Read more »
Lapsus
Member

Lo sapete che stanno a pensà al remake no? 😀
😎

mcnab
Member
Il punto è che ogni generazione cinematografica ha cercato di creare i suoi mostri. Con o senza significati reconditi. Gli anni ’30 e ’40 con le creature della Universal, quasi inventate di sana pianta, vista la poca attinenza coi romanzi a cui i film si ispiravano. Gli anni ’50 e ’60 coi mostri spaziali di tutti i tipi, ma anche con Godzilla e gli Ultracorpi. I 70’coi mutanti cannibali, gli zombie etc etc. Gli ’80 con i terminator, gli aliens, i predators e via dicendo. Già nei ’90 la fantasia è andata esaurendosi, ma qualcosa di buono si trova ancora.… Read more »
Keyem
Guest

Sono d’accordo sull’estetica anni ’50 anche se io con una pettinatura così non mi ci vedrei proprio! 😛
Sull’altro discorso, credo i mostri stiano perdendo la loro “mostruosità”.
Il vampiro, ormai, è una creatura angelica, un incompreso.
Lo zombie è un infetto.
E bè hanno provato anche a demonizzare internet coi mostri delle chat, il diavolo e via dicendo.

shamanic-journey.blogspot.com/
Guest
eh, l’arte e il vil denaro… ci si potrebbe spendere una vita a parlarne… io credo che a discutere di cosa sia o meno un capolavoro, di cosa sia giusto e sbagliato nel cinema, di dov’è finita la fantasia… sia esattamente quello che NON si dovrebbe fare, in quanto proietta in una specie di tunnel dal quale, NON si esce e qual’è, guardate, la cosa strana… e premetto che non è una critica a nessuno, è l’atteggiamento DOMINANTE di questo mondo, è il sussurro sinistro del vero Grande Fratello che è la dimensione scura del nostro essere umani, che continua… Read more »
shamanic-journey.blogspot.com/
Guest
La mia intendeva appunto essere una piccola provocazione. Uno degli aspetti positivi di articoli come quelli che scrivete ad esempio tu e il buon McNab, è che sono ricolmi della meraviglia provata dinanzi a certi spettacoli. E tale è la forza di quel che si prova da spingere Alex a crearci attorno storie, spingere te a creare dossier e articoli e sondaggi. Il meraviglioso, c’è, è sempre lì. Nessuno ha cambiato il mondo (okay, in senso lato, ovviamente abbiamo fatto qualche danno) siamo noi a volerne sempre di più. Cappuccetto rosso è una favola, ma venite con me quando vado… Read more »
mcnab
Member
Bella discussione e ottimi contributi, signori miei 😉 Cercherò di aggiungere un paio di cosette e di rispondere al dibattito. Dunque, nello specifico dissento in parte dalla provocazione di Matteo. Nel senso che trovo naturale e propedeutico fare dei paragoni tra presente e passato. Perché, piaccia o meno, questo mondo funzione in modo metrico. Maradona era il migliore, Pelè viene subito dopo etc etc. Il punto è che viviamo in tempi oscuri. Come nei giorni precedenti alla caduta di Roma, l’arte e la letteratura testimoniano la discesa verso il baratro. Quello che accade ai giorni nostri, con la mancanza di… Read more »
Nick
Guest
Amaramente devo dare ragione ad Alex forse viviamo in un tempo che è amaro di creatività,anche se di tanto in tanto esce ancora qualche film come DISTRICT NINE che mi fa sperare.Riguardo ai vari remake,reboot e compagnia cantando,sapete già tutti come la penso cioè che andrebbero quasi tutti fucilati ancora prima della loro uscita. Galactica,forse l’unica od una delle poche eccezioni di reboot superiore all’originale è appena finito e già è in cantiere un ulteriore versione alternativa; in pratica un remake del remake.E non è finita:voci,che spero siano inesatte ,mi avevano parlato di un possibile remake dello SPIDERMAN di Raimi(e… Read more »
AgonyAunt
Member
Mi inserisco nella conversazione un po’ in ritardo.Vorrei dire solo una piccola cosa sulla “sindrome dei vecchi tempi”, chiamiamola così. Il Mostro della Laguna resta ancora oggi un film molto seduttivo, ma è anche un lavoro altamente riconoscibile come prodotto del proprio tempo. Questo non vale per tutti i vecchi film: pensiamo a Murnau, a Dreyer, o anche a certe cose di Browning, di Whale: non sembrano affatto “ingenue”, nemmeno viste oggi. Voglio dire: trattandosi sia di un film affascinante che di un lavoro su cui il trascorrere del tempo ha lasciato un segno, è naturale che susciti nello spettatore… Read more »
trackback
[…] Tre tipi, tre “scimmiette” in vacanza lungo un fiume cinto da magrovie, che solo a pensarci ti si riempiono le gambe di graffi grossi così. Le barche hanno lo scafo metallico, perché il crocco, di solito, quelle di legno o di vetroresina le spezza come stuzzicadenti e se cadi in acqua ti afferra e ti ruzzola, finché non ti dimeni più. Dopo di ché ti seppellisce sul fondo, nella sua “dispensa”, a frollare… Tre attori, una coppia e la sorella di lei. Nessuna situazione stupida, nessuna idiozia spettacolosa da video clip e un cinismo non da poco. In più,… Read more »
wpDiscuz