Distretto 13: le Brigate della Morte (1976)

Gianluca Santini
Member

Bellissima recensione! 🙂

mcnab
Member

Gran bel film!
Se devo essere sincero le scene d’azioni di “Distretto 13” le ho sempre ritenute perfettibili. Ciò che invece funziona alla grande è l’atmosfera d’assedio, e poi i cattivi, i Cholo.

Il remake è senza infamia e senza lode, praticamente non lascia il segno pur non essendo propriamente brutto.

Il vero erede di “Distretto 13” è il sottovalutato – e a mio parere splendido – “Nido di vespe”.
Poi vabbé, son pareri personali…

Ottima recensione! 😉

mcnab
Member

Sì, sì, il mio era solo un appunto tanto per rompere gli zebedei. Il film è un cult assoluto e i cattivi da soli valgono la pochezza di budget (che comunque a volte è un valore in più, come sappiamo entrambi).

In “Nido di vespe” i cattivi hanno più o meno lo stesso fascino. Sono criminali di guerra albanesi, di cui non si vede mai il volto (coperto da visori notturni, da qui la somiglianza con le vespe) e che non parlano praticamente mai.
Potrebbero piacerti!

Lucia
Member

Lacrimuccia.
Davvero una recensione bellissima. Hai in mente di ripassare tutto Carpenter? Ti prego, fallo!

mcnab
Member

No, niente recensione! Però potrei rivedermelo e scriverla 😉

alice
Member

Ecco, questo mi manca. Ovviamente colgo l’occasione e recupero (impazzirò a causa di tutti questi imput!).

E grazie per avermi citato, un onore! .-)

Fra Moretta
Member

Napoleone Wilson è un personaggio magnifico,una sorta di pistolero moderno come lo straniero senza nome di Eastwood.Ottima recensione Hell,cogli proprio l’anima del film.

alice
Member

Anche tu hai amato The secret of Kells? L’ho visto un paio di sere fa e non potevo credere ai miei occhi… Inutile dire che, perversa come sono, sono andata ad affittarmi dei libri sulle varie leggende celtiche a cui si ispira. Appena me li leggo, magari scrivo qualcosa…

alice
Member

Ma lol!
Ragione in più per scriverci su qualcosa…

trackback

[…] il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista Condividi su […]

alice
Member

Ho fatto i compiti a casa e ieri sera l’ho guardato. Già dai titoli di testa me ne sono innamorata: grandioso!

Ho solo una domanda:
“Personaggi vividi che in poche righe di dialogo restano memorabili, tutti. A cominciare dal tenente Bishop, che cita episodi biografici della vita di Hitchcock”

Ma parli dei racconti di infanzia? Erano citazioni? Che ignoranza…
L’ho visto in inglese, non vorrei che mi fosse sfuggito più di qualcosa.

La sequenza del gelato è una sequenza idolo. Ma pure quella iniziale e centrale e finale e… mamma mia, filmone!

wpDiscuz