Roberto Moretta
Member

Sei uno dei pochi che parlando di b-movies riesce rendergli giustizia… (Allora l’hai letto anche tu “La notte del Drive-in di Lansdale !)

beppeiaf
Member

Gente decapitata dalle pale dell’ elicottero, mi sembra che poi sia stato un sistema già utilizzato…

Gianluca Santini
Member

Già, dove è finito “questo fottuto modo di fare cinema?”. Annichilito. E dire che io Dèmoni non l’ho ancora visto (non ancora), ma leggendo la tua recensione sembra di esserci nel film, a guardare il film nel film. Un casino, mi sto ingarbugliando con le parole. Il senso è che lo racconti bene, mi è bastato il riferimento ad Aldi, Giovanni e Giacomo per capire, ad esempio, cosa intendevi con il doppio livello di narrazione. E a me poi certe cose, come appunto livelli di narrazione inscatolati l’uno dentro l’altro, mi esaltano come non mai! 🙂

Ciao,
Gianluca

mcnab
Member
Un filmone, per quel che mi riguarda. La tua rece gli rende piena e sacrosanta giustizia. Oltre a tutti i sottointesi che fai notare, al metacinema mai più così azzeccato (non in Italia, almeno), faccio anche notare che è uno dei film che mette davvero paura. Già dalle prime riprese, con quegli squarci di città plumbea, molto anni ’80, per poi passare al cinema. E i demoni? Violentissimi, feroci, orribili e ripugnanti! E così rido pensando a chi, pochi anni fa, si è stupito per gli zombie veloci del buon Zack 😉 Quegli occhi che brillano al buio (anche nel… Read more »
mcnab
Member

Sì, era tedesca, ricordi benissimo!
Se non sbaglio “La chiesa” doveva essere il terzo capitolo di Demoni, prima di trasformarsi in ben altro. Peccato.
In compenso cascai nella trappola di acquistare “Demoni 3”, che ovviamente non ha nulla a che spartire con questi due film, ed è pure bruttissimo. Ma questa è un’altra storia 🙂

mcnab
Member

Alcune scene del 2 erano piuttosto agghiaccianti, anche se il livello è decisamente minore.
Però la battaglia nel parcheggio sotterraneo…! Tremenda. In senso positivo.

narratore74
Member

Vidi Demoni tantissimi anni fa, e ancora oggi provo un brivido lungo la schiena.
No, di film così non se ne vedono più: ricolmi di riferimenti, chiavi di lettura, e altre decine di chicche simili…
Bello, bello, bello!
Grande recensione! 😀

mandarino
Member

… poi Bava girò Fantaghirò. 🙁 Come si fa l’emoticon della testata nel muro?
E vabbè.
Grande recensione, Hell. Sei una betoniera di sapere!

Alessandro Forlani
Member

La chiusa è l’ennesima pietra miliare di una via consolare di stima che percorro in direzione di te, Germano.
Alla francese: “BRAVO’ !”

Max "Helldorado" Novelli
Member

Visto solo pochi anni fa, è la prova che Lamberto aveva attualizzato un modo di fare cinema con cui era cresciuto, ma ovviamente non ha avuto giustizia e ha dovuto ripiegare sulle minchiate per la TV. Povera, povera Italia…

p.s. ottimo articolo, io comnque Natasha Hovey la ricorderò sempre in compagnia di “Padre Spinetti”…

Lucia
Member

Ahahah! 😀
E’ vero, in Demoni c’è praticamente l’ anticipazione di tutti gli outbreak in luoghi chiusi che sarebbero arrivati nel cinema successivo.
e metacinematograficamente parlando, il B movie è infettivo, sempre. Si trasmette alla svelta. Ma l’ Italia, purtroppo, ha sviluppato strani anticorpi e si è immunizzata

plus.google.com/11347327794…
Member

A parte che ti stimo già solo per le citazioni del geniale Drive-In (peccato che Lansdale si sia rovinato con il terzo, orribile capitolo…), Dèmoni me lo ricordo, divertente, inquietante, trashissimo.
Peccato non ne facciano più di film così!!

wpDiscuz