Christine (1983)

16 Comments

  1. Per me questo film è un gioiellino tutt’altro che inferiore ad altri film di Carpenter ed ha une delle mie colonne sonore preferite tra quelle realizzate dal regista.

    1. Author

      Io lo adoro. Ad averci i soldi mi comprerei pure una Plymouth, una delle auto più belle di tutti i tempi. ^^

  2. Okay, devo trovare un sistema per segnarmi tutti i film che devo e voglio rivedere, questo compreso. Lo vidi da ragazzotto 1 paio di volte. Lo riguardo, cosa ne dici?

    1. Author

      Ovvio che lo devi riguardare, se non altro, ora che sei adulto, apprezzerai la carrozzeria molto di più! 😀

      1. Già a quei tempi, volevo un’auto così 😀 Ora in cima alla classifica ho un Citroen DS, ma quando guardo certi episodi di Pawn Stars dove fanno vedere auto americane d’epoca, mi si accendono gli occhietti!

      2. Author

        Figurati che la Citroen DS l’ho citata in Lollipop 2. Andiamo d’accordo in fatto di auto o sbaglio? 😀

  3. Sai che io me lo ricordo davvero poco questo film? Saranno tipo quindici anni che non lo vedo…
    Ora ho voglia di recuperarlo.

    1. Author

      Sì, anche io non lo vedevo da un pezzo, poi ci ha pensato RaiMovie. ^^ Christine è splendida.

  4. Oggi è la giornata delle grandi recensioni. Dopo quella su “La notte dei morti viventi” nel blog di Alex Girola, eccone un’altra altrettanto strepitosa su “Christine la macchina infernale”. Quanta nostalgia, poi, nel ripensare a me stesso poco più che ventenne, solo e lontano da casa per lavoro, trascorrevo le serate a vedere i film del ciclo Notte Horror su Italia Uno. Tra l’altro, di quello stesso genere in quegli anni mi piace ricordare anche altri tre film come “Duel”, “La macchina nera” e un’altro di cui non rammento il titolo che descriveva la vicenda di alcuni camion ed auto che assediavano gli avventori di una stazione di servizio.

    1. Author

      Mmmhh… auto e camion che assediano una stazione di servizio? Mi ricorda qualcosa… Devo approfondire! Grazie della dritta!
      La Macchina Nera e Duel li trovi recensiti entrambi. La prima è un piccolo mito personale, per me.XD

  5. oggetti
    inanimati
    che si animano

    ’nuff said! non lo vedo da una vita ma è un altro di quei bei filmini traumatizzanti che mi hanno segnato l’infanzia (e sono al 99,9% sicura che quello a cui pensa max_headroom è “Brivido”, quello con i camion con la faccia del Goblin dell’uomo ragno, perché ovviamente non me ne facevo mancare nessuno)

  6. Ammetto che non lo rivedo da un po’… ma sono certo che, come ogni buon Carpenter (c’è anche qualche “cattivo” Carpenter IMHO), non sia invecchiato affatto.
    Lessi anche il (corposo) romanzo, all’epoca.
    Funzionano entrambi.
    A quelli a cui è piaciuto il film, consiglio il romanzo. Fortemente.
    Bravo Germano che l’ha riportato alla nostra attenzione.

    Scena preferita: la prima “resurrezione” nel garage, davanti Arnie che le fa: “Fammi vedere”.
    Da brividi.

    1. Author

      Sì, qualche Carpenter cattivo c’è, uno su tutti: il Villaggio dei Dannati. ^^’
      E dopo la battuta di Arnie, Christine accende i fari. Fantastico.

      Grazie mille, Luca. 😉

  7. Veramente, per me il fondo lo toccò con Fantasmi su Marte.
    Pur con tutto il bene che voglio a Carpenter, non riesco a salvare neanche cinque minuti di quella roba.
    Voglio pensare che era ubriaco o drogato o aveva perso una scommessa.

    1. Author

      Sì, per Fantasmi da Marte lo castigai pure io. 😀

      In verità, ha dichiarato (e per questo lo rispetto molto) che 1) non si diverte più e 2) è diventato vecchio.
      Per dire che, in pratica, gli ultimi due film li ha fatti solo per mangiare. Una dichiarazione di resa. Almeno non accampa scuse ridicole.

Leave a Reply