Una pagina per non dimenticare l’eBook

Leave a Reply

62 Comments on "Una pagina per non dimenticare l’eBook"

Notify of

Member
3 years 9 months ago

io lo farei!

titolo : carta ed E-book, un nuovo mondo è possibile

metterei il logo “gli acari escono dalle fottute pagine”

P.s. I mercenari II…

Member
3 years 9 months ago

Solo chi possiede una carta di credito potrà scaricare quello che desidera leggere

…solo che il libro non è reale, ma si legge su uno schermo. Dunque, non esiste. Spento il lettore, non rimane nulla. Per fare un esempio: io, poeta o scrittore, compongo le mie opere, le quali saranno immagazzinate nella memoria di un lettore (per chi le acquisterà); opere che, però, non esistono davvero….spento l’oggetto, il nulla. Rimane l’oggetto a contemplarci

Member
3 years 9 months ago

Perché l’e-books è una parvenza di libro (come ho già scritto). Il ‘libro’, quello cartaceo e concreto, non esiste più.

Il libro cartaceo ‘esiste’, non è un file che ‘svanisce’ quando si esaurisce la batteria o si stacca la corrente.

Il libro cartaceo ‘obbliga’ il lettore a concentrarsi su quelle pagine, non è possibile cliccare tasti, aprire altri
testi e dunque aver sempre la tentazione di cambiare lettura

Member
3 years 9 months ago
ma come si fa a paragonare un testo, un oggetto concreto in mano, unico (perché di quel libro ne saranno state stampate anche milioni di copie, ma quello che hai in mano è tuo e basta) con un file elettronico? Io, inoltre, sottolineo, faccio riferimenti ad altri libri ai margini, cancello, scrivo punti interrogativi se non ho capito, segno la definizione di termini che non conoscevo.Tutto questo si fa solo un libro.IPhone ai plebei, libri ai nobili. Per quello che costa un e-book si possono comprare un bel po’ di libri. Soprattutto nell’usato. Il libro di carta ha un fascino… Read more »
Member
3 years 9 months ago

“Le pagine che scrocchiano sotto le dita”

Member
3 years 9 months ago

Non ci pensate ai poveri anziani, che non sanno utilizzare quegli strumenti diabolici?

Member
3 years 9 months ago

L’eBook non emoziona

PS: Ci starebbe bene recuperare anche il banner del progetto pseudo-dimenticato degli Odoratori… 😉

Member
3 years 9 months ago

Si, certo che la devi fare,
ebook anno zero

Member
3 years 9 months ago

Tsk! negli e-book non si possono conservare i petali di rosa, e ora provate a smentirmi 😉

Member
3 years 9 months ago

” la cultura deve essere di tutti , e non tutti si possono permettere un e-book “

Member
3 years 9 months ago

So che Il Signore degli Anelli in ebook costa almeno almeno, 3000 euri 😀

Member
3 years 9 months ago

La prima o la seconda? La seconda era una mia considerazione/risposta alla prima 😀

Member
3 years 9 months ago

Mai dire mai 😉

Member
3 years 9 months ago

“la carta è riciclabile, prova a riciclare un ereader”

Member
3 years 9 months ago

“Forse è colpa del profumo della carta, della sensazione delle pagine sotto le dita, a cui le generazioni precedenti alla mia, e la mia compresa, sono tanto affezionati.”

Member
3 years 9 months ago

Gli ebook non sono libri, ma solo file privi di anima (frase sentita con le mie orecchie dalla bocca di un amico)

Member
3 years 9 months ago

Il digitale distruggerà l’editoria… (sempre dello stesso amico di prima)

Member
3 years 9 months ago

questo più dell’ignoranza è quello che spinge alcuni scrittori “di grido” ad impugnare le armi per la crociata contro le diavolerie elettroniche. Perché è vero che prima o poi l’ebook distruggerà non l’editoria ma l’attuale modello editoriale fatto di marchette televisive e lounge bar in libreria; l’annientamento dei costi di “produzione” dell’e-book di fatto annulla il vantaggio delle grandi casi editrici e viene incontro allo scrittore emergente dal momento che il margine di guadagno su una tiratura di 100.000 copie è esattamente identico a quello per una vendita di 100 copie.

Member
3 years 9 months ago
Dalle lettere di San Carto apostolo agli ozobiblocensi. “Preferisco il cartaceo” “Io non leggerò mai un ebook…” “Solo libri veri, con copertina e pagine da girare….” “Ma che ebook del piffero!!! ma vuoi mettere il piacere di sfogliare, il fruscio delle pagine, il piacere di toccare un amico…” “I libri sono fatti di materiale cartaceo che odora di buono…vanno toccati,accarezzati.Abbasso l’ebook!” “Solo in formato cartaceo, la tecnologia, secondo me, in questo caso ci peggiora….” “Adoro solo il cartaceo, mi piace incrociare con lo sguardo sugli scaffali il libro che ho letto e quando li spolvero ricordare parole, risate e tristezze.… Read more »
Member
3 years 9 months ago

Gli appunti a margine è stato già detto?

Member
3 years 9 months ago

sì vedo che arrivo tardi, che ne dite della perdita di posti di lavoro derivanti dalla chiusura delle tipografie

Member
3 years 9 months ago

“Aggiungo la perdita di quel piccolo piacere che ti provoca un ospite a cena che tra un piatto e l’altro guarda nel tuo scaffale, nota un libro a cui tieni molto, lo piglia, lo sfoglia e ti dice che l’ha letto anche lui o che quasi quasi se lo compra, o ne nasce una discussione.”

Beh, questa però non è proprio una cazzata. A me capita sempre, quanto sono a casa di qualcuno, di buttare l’occhio sugli scaffali delle librerie.

Member
3 years 9 months ago

Titolo: Aaah, l’odore dell’ebook.
Logo: L’immagine stilizzata di un odoratore che esce da un ebook, stile nascita di un alien u.u
“Ma vuoi mettere dei bei libri in ordine nella libreria?”
“Anche il formato conta” (il che, non so perchè, mi ricorda tanto dei film del buon vecchio Tinto…xD)
Poi, non so se va bene, ma una riflessione, anche nata dal caso Loy: Critiche in maniera tanto accanita gli ebook….e scrivi su un giornale online?
I lettori non si stancano a leggere? Come possono prestarsi il giornale? E se non tutti possono permettersi una connessione?

u.u

Member
3 years 9 months ago

Alla fine questa contesa sta diventando uno di quei massacri rumorosi in cui forse conviene non coinvolgersi eccessivamente. Rischio di sbagliarmi, e lo so, ovviamente.

Guest

[…] Visita il sito bookandnegative oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Member
3 years 9 months ago
E volete spiegarmi come facciamo a pareggiare le gambe del tavolo con un ebook? Eh? Eh? Scherzi a parte, una mia amica al bar mi ha detto: “Ah, io non mi fido mica di quelle cose lì!” Ma di COSA stai parlando? Ed è pure una che usa regolarmente il computer. Alla fine ho capito che aveva paura di prendersi qualche virus… mah. Ho tentato di spiegargli che nella carta si possono annidare batteri “veri” ben più pericolosi (specie se sniffati da vicino;-) ), per non parlare dei pesticidi utilizzati sulle macchine di produzione… Ma non credo che cambierà idea.… Read more »
Member
3 years 8 months ago

Il profumo della carta™ con il ™ perché è un marchio di fabbrica.

L’esperienza sensoriale del tocco delle pagine, vuoi mettere? Un ebook mica lo tocchi.

Come faccio a non annusare le pagine mentre leggo?

Un libro lo posso prestare!

L’ebook non è un libro vero, ma solo un insieme di file.

Come faccio a mettere un ebook in libreria?!?!??!?!ONE!11!

wpDiscuz